Quantcast

Casa appuntamenti a Pescara, due giovani nei guai

Avrebbero affittato un appartamento situato in via Guidonia, a Montesilvano (Pescara), per farne una casa di appuntamento.

Per questo il personale del Nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Montesilvano ha denunciato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione un uomo di 26 anni del posto e una sudamericana, che vive sempre a Montesilvano, di 21 anni.

Dopo aver assunto delle testimonianze ed aver eseguito servizi di osservazione e controllo, i militari dell'Arma, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, hanno appurato che i due hanno affittato e messo a disposizione di una prostituta l'appartamento situato in via Guidonia per consentirle di prostituirsi e nello stesso tempo i due percepivano illegalmente da altre due 'lucciole' di origine sudamericana che vivevano nello stesso appartamento il canone di sub-affitto derivante dall'esercizio della prostituzione.

Nel corso della perquisizione, che ha portato al sequestro preventivo dell'intero appartamento, sono state trovate numerose confezioni di profilattici, oltre a materiale da lavoro delle prostitute, copie degli annunci pubblicati su vari siti internet per pubblicizzare gli incontri a luci rosse e 2400 euro in contanti. L'ultima casa di appuntamenti è stata scoperta in via Aterno, nei giorni scorsi, dalla squadra mobile, che ha espulso la prostituta cinese impegnata al suo interno.