Tares L’Aquila, via libera alla rateizzazione

Rateizzazione delle somme computate dal Comune, a carico degli utenti, a titolo di saldo della Tares (Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi) per l’annualità 2013 e apertura al pubblico per cinque giorni settimanali degli Uffici Tributi. È quanto ha stabilito ieri la giunta comunale su proposta dell’assessore alle Finanze Lelio De Santis. Lo ha reso noto lo stesso assessore, stamani, nel corso di una conferenza stampa, cui ha preso parte anche il dirigente del settore Fabrizio Gianangeli.

«La giunta comunale – ha spiegato De Santis – ha stabilito, per venire incontro all’utenza, la possibilità di rateizzare le somme dovute a titolo di saldo Tares, previa specifica istanza da formulare da parte degli interessati che, attraverso un’autodichiarazione, dovranno asserire una condizione di temporaneo disagio economico. La rateizzazione potrà essere concessa solo per gli utenti in regola con il pagamento delle prime due rate, relative all’acconto Tares per l’esercizio 2013. Verranno eseguiti controlli a campione – ha concluso l’assessore - ai fini di verificare quanto autodichiarato dagli utenti».

Le rateizzazioni, sulla base dell’atto deliberativo, vengono autorizzate secondo le seguenti modalità: da 150 a 400 euro, 3 rate mensili; da 401 a 1.000 euro, 4 rate mensili; da 1001 a 1.500 euro, 5 rate mensili; oltre 1.501 euro, 6 rate mensili.

L’assessore De Santis ha inoltre reso noto che gli Uffici Tributi, ubicati in via Roma 207/A, saranno aperti al pubblico cinque giorni settimanali seguendo i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 11/13.30, mercoledì anche 15.30/17.30.