Quantcast

Macabro pesce d’aprile: a Napoli muore De Magistris

Nel giorno del pesce d'aprile una delle burle più macabre è stata segnalata a Napoli: il manifesto funebre del sindaco della città: "È venuto a mancare Luigi de Magistris di anni 45 ex magistrato attuale sindaco di Napoli".

Lo scherzo è stato attuato dal Club Forza Silvio di Piazza Nicola Amore, e in tanti si sono soffermati a leggere il testo del manifesto con tanto di immagine di San Pio tra i fiori. "Ne danno il triste annuncio: la moglie, i fratelli, le sorelle, i nipoti e parenti tutti", è scritto nell’avviso e si fa anche sapere che "i funerali si terranno il giorno 1 Aprile alle ore 10.30 a Palazzo San Giacomo"’. Chissà se porterà bene a De Magistris questo scherzo.

Intanto due attacchini sono stati sorpresi, identificati e sanzionati dalla polizia per affissione abusiva: entrambi sono stati condotti in Questura, ma la loro posizione sarà anche vagliata dall’autorità giudiziaria. Uno dei due giovani sarebbe un dipendente comunale.

La replica del sindaco - "Non mi dà alcun fastidio, ma non lo considero uno scherzo". Questo il commento del primo cittadino a quanto accaduto oggi. "Sono abituato a tutto, ma quanto accaduto è la dimostrazione che ci sono persone molto lontane da questa amministrazione che cercano in tutti i modi di interrompere questa innovativa esperienza amministrativa" ha aggiunto De Magistris, spiegando che ci sono "ogni giorno tentativi di questo genere. Alcuni possono sembrare scherzosi, altri, come questo, lo sono meno". Il gesto è, per il sindaco, "frutto di un tasso d'odio che qualcuno vuole alimentare nella nostra città" e dispiace "perchè in questo modo non si scherza, ma sono napoletano e mio nonno diceva sempre che questi annunci allungano la vita e io mi sento tonico e in perfetta forma".

Il coordinamento nazionale si dissocia - Il Coordinamento nazionale dei Club Forza Silvio "prende nel modo più assoluto le distanze dagli autori del macabro scherzo, operato ai danni del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. I finti manifesti funebri affissi in alcune strade della città partenopea e firmati 'Club Forza Silvio Napolì non rappresentano in alcun modo lo spirito per cui sono nati e con cui operano i Club". Lo comunica una nota del Coordinamento nazionale dei club azzurri.