Gamal contro Youtube

«E' sconcertante come la rete se ne freghi del rispetto dell’altro. Servono maggior controllo e regole visto lo scandalo del tifoso nella partita di fine febbraio del Lanciano, durante la quale si è insultato l’Islam e Allah senza badare né alle conseguenze né al rispetto della costituzione. Forse nemmeno la conoscerà la costituzione». Si esprime così il consigliere aggiunto al comune dell’Aquila, Gamal Bouchaib nei confronti del video 'anti-islam' del tifoso che dilaga su Youtube.

«Ho già ricevuto parecchie segnalazioni di forte indignazione da parte delle associazioni culturali islamiche site in Abruzzo e abbiamo deciso insieme di denunciare l’accaduto alla Procura della Repubblica con richiesta di risarcimento danni. Il denaro recuperato sarà devoluto in beneficenza. Inoltre chiederemo anche la censura del video stesso», ha aggiunto Gamal.

«La discriminazione a sfondo religioso - conclude il consigliere straniero - non può essere la premessa per la società interculturale del futuro, per la realizzazione della quale è necessario, invece, che il parlamento porti il passo con la società reale».