Quantcast

Expo’ 2015: «L’Aquila realtà giovane ed evoluta»

L'Assessore alla [i]Smart City[/i] Alfredo Moroni è intervenuto stamani, al convegno organizzato dal Politecnico di Milano “ Internet of things”, dibattito estremamente qualificato sulla capacità che le città hanno di utilizzare le nuove tecnologie per l'erogazione dei servizi al cittadino, prime fra tutte internet ed i sistemi di rete.

In particolare, la Città dell'Aquila ha riportato l'esperienza dello [i]Smart Ring[/i] e del progetto dei sottoservizi, con riferimento al progetto [i]Enel – Smart Greed[/i].

Nel corso del convegno, partecipatissimo, le cui conclusioni sono state affidate all'autorevolezza del professor Mario Calderini, membro dell'Agenzia per l'Italia digitale, particolare risalto è stato dato alle tematiche relative alla governance dei progetti Smart Cityes e alle capacità di finanziamento dei progetti tramite partnerships pubblico- private.

Come modello più adatto ad aumentare la capacità di intercettare i finanziamenti è stato riconosciuto, all'unanimità, quello delle associazioni cittadine Smart Cityes, partecipate da Enti Pubblici e soggetti privati, unico strumento sufficientemente efficace per la realizzazione di una visione smart, condivisa dalla cittadinanza e che integri tutti i livelli di gestione del territorio.

Nel panorama nazionale, L'Aquila si conferma come una delle realtà più evolute ; è infatti in fase di studio con l'Università, il coordinamento dei Comuni del cratere e gli uffici speciali per la ricostruzione, un accordo per la costituzione di un'associazione in tal senso, aperta alla cittadinanza, alle imprese e a tutte le componenti sociali.

L'incontro odierno è stato inoltre occasione di un ulteriore consolidamento del rapporto che attraverso la Smart City, il Comune dell'Aquila ha intrapreso col Comune di Milano , con particolare riferimento alla partecipazione degli eventi di Expo 2015.