Giornata della memoria: ‘ricordi’ aquilani

«L’Amministrazione comunale intende ricordare l’orrore dell’Olocausto degli ebrei, perché nessuno dimentichi che quando si perde il rispetto della dignità umana non ci sono più argini alla banalità del male».

Queste le affermazioni dell’assessora alla cultura del Comune dell’Aquila, Betty Leone, in occasione del 27 gennaio, Giornata della Memoria.

«Questo monito è tanto più importante oggi, nel nostro territorio- prosegue l’assessora- dove convivono culture ed etnie differenti, che devono contribuire alla solidità e alla civiltà della nostra comunità.

In città ci saranno molte iniziative per celebrare la Giornata della Memoria. L’Amministrazione ha scelto di patrocinarne due, organizzate dal mondo della scuola e dell’Università, perché ritiene che sono proprio i luoghi della formazione, dello studio e della ricerca ad avere la responsabilità di conservare e trasmettere la memoria storica, che è alla base della coscienza civile».

La prima delle due iniziative è l’incontro-dibattito con gli alunni, organizzato dall’Istituto Mazzini- Patini, in collaborazione con l’ANPI, proprio per discutere del significato della Giornata della Memoria, che si terrà lunedì 27 gennaio alle 10.30 presso la sala conferenze della Scuola Media Patini, in via Antica Arischia.

Sempre lunedì 27 gennaio, alle ore 18, è in programma un secondo evento patrocinato dal Comune, a cura dell’Università degli Studi dell’Aquila.

Si tratta del concerto commemorativo “Dal profondo dell’Inferno”, dell’Officina Musicale, diretta dal Maestro Orazio Tuccella, che si terrà presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Umane in viale Nizza.