Quantcast

L’Aquila Calcio, scontro diretto a Pisa

di Claudia Giannone

Dopo la sconfitta casalinga contro il Lecce, i rossoblù si preparano per la seconda trasferta del nuovo anno, valevole per la terza giornata del girone di ritorno. Il team di mister Pagliari domenica 19 gennaio alle ore 14.30 scenderà in campo in quel di Pisa, per incontrare i toscani in uno scontro diretto che potrà dire qualcosa in più su questo campionato così particolare.

I padroni di casa, apparentemente tornati alla vittoria nella prima giornata del 2014 dopo il cambio di allenatore, hanno poi dovuto affrontare il difficile Frosinone in trasferta, non riuscendo ad avere la meglio sugli avversari, che sono ancora all’inseguimento del Perugia, primo classificato. L’era denominata “Dino Pagliari” è terminata dopo una serie di insuccessi, iniziati dopo la vittoria con l’Ascoli alla decima giornata: dopo quell’incontro, i toscani non erano riusciti a guadagnare un grande bottino, restando comunque sempre in zona play off. Ma ai tifosi e alla società questa certezza non è bastata: il fratello del Pagliari aquilano è stato esonerato a favore di Francesco Cozza, che almeno nel primo incontro annuale contro il Barletta è riuscito a strappare i tre punti tanti bramati.

E ora? Il Pisa nel corso del calciomercato natalizio non ha avuto modo di rafforzarsi in maniera adeguata, restando legato a quello che era il tipo di gioco del girone di andata. Come nel match disputato tra le mura del “Fattori”, molto sarà affidato ad Arma, autore dell’unico goal che i toscani riuscirono ad infliggere al portiere rossoblù per arrivare alla vittoria. Risultato ingiusto, date le tante occasioni dell’Aquila nel corso dell’incontro, ma questo è il calcio.

Dal punto di vista dei rossoblù, invece, la situazione calciomercato si è mossa in uscita. Si prepara a fare le valigie Imperio Carcione, ex capitano della squadra, personaggio fondamentale nei play off dello scorso anno e in un rapporto piuttosto particolare con i supporter. Tra critiche e applausi, alla fine del girone di andata era stato preso molto in considerazione il discorso riguardante il centrocampista, che forse non stava dando il meglio di sé in quel momento. E adesso arriva l’ufficialità: ad averlo tanto desiderato e alla fine ottenuto è stato il Perugia, squadra capolista a 10 punti di distanza dai rossoblù. Un’impresa, dopotutto, non facile per Carcione, che dopo anni passati lottando, soffrendo e conquistando con L’Aquila, si troverà a fronteggiarla e a guardarla da lontano.

Una domenica, quindi, di nuovo a corto di giocatori. Per quanto riguarda Carcione, ancora non si sa quale sarà la decisione: martedì raggiungerà il suo nuovo team, ma contro il Pisa la sua postazione è in un pericoloso “forse”. Sicuramente non saranno presenti Francesco Corapi, squalificato e Marco Gallozzi, per un infortunio muscolare. La formazione potrebbe essere molto diversa da quella vista negli altri incontri: sarà forse un 4-2-3-1 con la difesa di sempre, composta da Scrugli, Zaffagnini, Pomante e Dallamano, un centrocampo con Del Pinto e Agnello e un ampio attacco con Frediani, Ciciretti e Pià a favore di De Sousa come punta. C’è la possibilità, però, che Pagliari rivaluti il 4-4-2 già utilizzato, per poter tornare a schierare Pià e De Sousa come attaccanti alla pari.

Ad arbitrare l’incontro, il signor Giuseppe Cifelli di Campobasso, coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Di Guglielmo di Ariano Irpino e Michele Grossi di Frosinone.

TERZA GIORNATA: Prato-Barletta; Lecce-Benevento; Grosseto-Nocerina; Frosinone-Catanzaro; Pisa-L'Aquila; Viareggio-Pontedera; Ascoli-Paganese; Salernitana-Gubbio; riposa Perugia.

CLASSIFICA: Perugia 38; Frosinone 36; Catanzaro, Lecce 30; L'Aquila, Benevento 28; Prato, Pontedera 25; Grosseto 22; Salernitana 21; Gubbio 20; Viareggio 17; Barletta 14; Ascoli, Nocerina 12; Paganese 10.

PROSSIMO TURNO: L’Aquila-Barletta; Barletta-Frosinone; Perugia-Grosseto; Catanzaro-Lecce; Nocerina-Pisa; Gubbio-Prato; Pontedera-Salernitana; Paganese-Viareggio; riposa Benevento.