IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Buon Natale a tutti

Il Santo Natale si avvicina. In tempi così difficili per tante persone, con tanti problemi ogni giorno, con il lavoro che si perde o che non si trova, sembrano smarrite le parole che abbiano un senso. E tuttavia il Natale richiama ricordi, sentimenti e valori universali, evoca la speranza che l’umanità possa cambiare prospettiva. Se solo ci si fermasse a riflettere, guardando la semplice capanna con il Presepe, potremmo meditare come attraverso Suo figlio la Divinità si sia fatta come noi, l’Emanuele sia venuto in mezzo a noi, in umiltà e povertà, per portare la Buona Novella, la Pace e la Redenzione a “tutti gli uomini di buona volontà”.

Quel Gesù Bambino di 2013 anni fa, con la sua storia di Uomo e di Figlio di Dio, oggi più di ieri ci indica la strada, ci invita all’impegno, ci richiama come “uomini di buona volontà” alla libera responsabilità di occuparci degli altri, di chi ha bisogno, degli ultimi, nostri fratelli sulle vie di questa terra, per costruire un mondo diverso e di Pace. Il valore del Natale cristiano, allora, non sta nella “poesia” melensa che la macchina consumistica ci propina, ma nel fermarci a riflettere su questi valori, a dargli un senso autentico, ad assumere – ciascuno come può – l’impegno a viverli concretamente, dando una mano a chi ha bisogno. Un messaggio che prescinde se si ha Fede o non si abbia, condividendo quel senso di fratellanza naturale che tiene insieme gli uomini di buona volontà, qualunque sia il loro credo.

E allora, proprio per il tempo complicato che viviamo, un gesto d’amore e di attenzione verso il prossimo che soffre, vissuto nella discrezione, è il miglior modo per vivere il Santo Natale, portando il nostro tassello al grande mosaico della Pace vera, con se stessi e con l’umanità intera. Non aggiungo immagini “da cartolina” ma un semplice Presepe per far gli Auguri, di tutto cuore, a ciascuno di Voi e alle Vostre famiglie, in qualunque parte del mondo ove siate.

Aggiungo Auguri particolari ai miei concittadini aquilani, comprensibile è il motivo di auspici speciali. Auguri molto speciali agli italiani dell’ altra Italia, quegli 80 milioni di connazionali nel mondo che discendono dalla nostra emigrazione, immaginando con quanta intensità d’emozioni essi ricordino il Santo Natale della loro terra d’origine e le tradizioni che vi erano connesse, mai più viste, ma vive nella loro anima. Sappiate che vi sentiamo vicini, qui in Patria accanto a noi, con un grande abbraccio d’affetto e di gratitudine per l’onore che rendete al nostro Paese in ogni angolo del mondo.

E, infine, Auguri specialissimi alla stampa italiana all’estero, per la straordinaria sua funzione nel mantenere vive e consapevoli le relazioni tra le comunità italiane all’estero e l’Italia dentro i confini, e nel rafforzare il legame culturale ed affettivo tra le due Italie. Auguri specialissimi alle Agenzie internazionali e alle testate italiane con le quali ho l’onore di collaborare, e Auguri altrettanto speciali a tutta la stampa d’Abruzzo, che ogni giorno “sopporta” il profluvio delle mie comunicazioni su fatti, eventi culturali, personaggi e tradizioni della nostra splendida regione, e non solo. L’ospitalità e l’accoglienza sulle loro pagine sono un bene rilevante per la circolarità dell’informazione che così tiene insieme sempre più diffusamente la comunità lata degli Abruzzesi, dentro e fuori i confini, rafforzandone il senso d’appartenenza e l’orgoglio delle proprie radici. Grazie di cuore, anche per la pazienza che tutti mi riservate.

Buon Natale a tutti Voi e ai Vostri cari, davvero di cuore!

X