IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Celano, grande avvenire per l’isola ecologica

Come da programma è stato inaugurato in località San Marcello, zona Tiburtina, il Centro di Raccolta rifiuti differenziati (isola ecologica), vero punto di forza del nuovo servizio di raccolta porta a porta.

I cittadini del Comune di Celano che avranno la necessità di disfarsi di particolari rifiuti o che per motivi diversi (distrazioni, vacanze, feste …) debbano disfarsi dei rifiuti domestici oltre il normale servizio, da oggi potranno servirsi del nuovo Centro di Raccolta rifiuti differenziati.

Presenti all’inaugurazione l’assessore all’ambiente ingegner Settimio Santilli e per Aciam S.p.A. l’amministratore delegato Alberto Torelli, l’ingegner Antonello Di Matteo e l’ingegner Paolo Recchia.

Grande soddisfazione per la moderna struttura è stata espressa dai presenti, in particolar modo dall’assessore Santilli, che ha rimarcato il fatto che la stessa è stata costruita proprio dove sorgeva l’ex discarica per il conferimento di RSU di San Marcello, per dare un segnale netto di discontinuità tra la vecchia gestione dei rifiuti, dove in maniera quasi del tutto indifferenziata venivano conferiti in discarica e quella attuale con percentuali di RD che in 2 mesi hanno raggiunto il 75%.

Durante la cerimonia di inaugurazione lo stesso assessore ha descritto i lavori di realizzazione delle opere ambientali e strutturali della fase di post-chiusura della vecchia discarica e di bonifica dell’intera area circondariale, degradata e abbandonata nel passato, e ripristinata ora con opere a verde.

Il Centro di Raccolta funzionale e di facile accesso per tutti i cittadini, rimarrà aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 14 e vi si potranno conferire rifiuti differenziati di tutte le utenze domestiche e non domestiche regolarmente iscritte al ruolo per il pagamento della Tarsu.

La struttura è dotata di un’apposita e adeguata segnaletica dei rifiuti conferibili, nonché di un sistema di videosorveglianza del perimetro esterno ed interno per evitare lasciti di rifiuti fuori orario di lavoro. Si tratta di un servizio aggiuntivo ai cittadini, in quanto nel Centro di Raccolta potranno essere conferiti oltre ai rifiuti domestici differenziati provenienti da civile abitazione, anche quelli ingombranti e pericolosi, quali mobili, elettrodomestici, pneumatici, vernici, oli esausti, batterie, lampade al neon, sanitari, potature, ramaglie e quelli assimilati agli urbani differenziabili provenienti dalle utenze commerciali, per i quantitativi stabiliti dall’apposito regolamento comunale.

«L’obiettivo che ci poniamo – ha continuato l’assessore Santilli – sarà poi, quello di dotare tutte le utenze iscritte al ruolo ed in regola con il pagamento della TARSU, di una tessera magnetica, l’ECOCARD, con codice a barra identificativa del titolare dell’utenza. In tale tessera saranno caricati tutti i dati relativi ai conferimenti nel Centro di Raccolta da parte del utente, eventuali servizi a domicilio di cui usufruisce nel corso dell’anno e i punti accumulati a seconda dei rifiuti conferiti. I punti “ecologici”, infatti saranno stabiliti sulla base dei quantitativi del materiale conferito e sulla sua importanza ambientale, legata alle sue effettive possibilità di recupero e sulle esigenze ecologiche volte ad evitare la dispersione di rifiuti particolarmente inquinanti. L’eventuale incentivo scatterà al raggiungimento di una certa soglia di punti e potrà essere determinato annualmente dal Comune stesso».

«L’augurio che mi pongo personalmente – ha concluso l’assessore – è che vengano costruiti nel corso degli anni a Celano e nei paesi limitrofi, altre strutture del genere a disposizione dei cittadini. Solo così, insieme ad un adeguato sistema di sorveglianza del territorio, pene e multe salate nei confronti di persone autori di gesti incivili e con l’educazione ambientale dei bambini nelle scuole, è pensabile combattere realmente l’abbandono indiscriminato dei rifiuti per strade, campagne, argini dei corsi d’acqua, che causano danni ambientali ed economici inequiparabili».

[url”Torna alla Home TargatoAz”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X