IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Leo Bizzarri in scena con Christian De Sica

Il ballerino aquilano Leonardo Bizzarri tra i protagonisti di Cinecittà, l’atteso tour teatrale sulla storia del cinema con e di Christian De Sica. Lo spettacolo andrà in scena, a partire da gennaio, nei principali teatri italiani e Bizzarri, ora impegnato nelle prove, salirà sul palco con altri tre colleghi, dopo aver sbaragliato una concorrenza di oltre 200 ballerini.

«È stata una grande emozione superare l’audizione ed esser scelto da Christian De Sica per il suo ristretto corpo di ballo – ci ha timidamente confessato Leo- Essere accanto a lui nel suo atteso ritorno sui più importanti palcoscenici italiani, per oltre settanta serate, è una grande responsabilità».

{{*ExtraImg_177578_ArtImgRight_300x439_}} «Stiamo preparando le coreografie e provando con De Sica senza sosta – ha aggiunto – Essergli accanto in giro per Roma e osservare le signore impazzite che gli saltano al collo è una sensazione indescrivibile».

Cinecittà ripercorre la storia del cinema italiano, scritta da artisti geniali, ma costruita anche sul lavoro di migliaia di comparse e di eccellenti maestranze. Una favola accompagnata da musiche indimenticabili, da parole e canzoni che fanno parte del nostro quotidiano. Una storia che appartiene alla cultura italiana, ma che ha ispirato tutto il cinema internazionale.

{{*ExtraImg_177614_ArtImgRight_300x300_La compagnia di ‘Cinecittà’}}

In scena irresistibili racconti di vita vissuta, monologhi poetici sulle figure nascoste che rimangono sempre dietro le quinte, divertenti gag sui provini, sugli attori smemorati, sul doppiaggio improvvisato, ma anche canzoni [i]evergreen[/i] enfatizzate dalle abili doti del Christian [i]crooner[/i] ed [i]entertainer[/i]. Con Christian sul palco una compagnia completa, un corpo di ballo e un’orchestra di molti elementi. Lo spettacolo è stato scritto da Christian De Sica, Riccardo Cassini, Marco Mattolini e Giampiero Solari.

{{*ExtraImg_177579_ArtImgCenter_500x552_}}

X