IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Una mostra di Patini nella cornice di Castel di Sangro

Tradizione e femminilità. Questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 14 dicembre alle ore 16 nella Pinacoteca Patiniana presso il Palazzo De Petra a Castel di Sangro, nell’ambito della mostra “Patini. Il ritorno”.

Tra gli interventi in programma, Ezio Mattiocco illustrerà l’arte orafa in abruzzo, Erika Iacobucci tratterà il tema della donna sannita e dei suoi ornamenti, mentre Valentina Ferrari spiegherà il costume tradizionale abruzzese tra identità e territorio.

Oltre agli interventi degli studiosi, il programma prevede anche la presenza del maestro d’arte orafa Franco Coccopalmeri, che illustrerà la realizzazione dello Sgarbizio, il gioiello di Castel di Sangro.

L’opera è a forma di spirale come le preistoriche mura ciclopiche, i magici ornamenti delle genti sannitiche e la vetusta torre del Castello Superiore. L’incontro, patrocinato dal Comune di Castel di Sangro, sarà coordinato da Angela Caruso e da Lino Alviani, direttore della pinacoteca e curatore della mostra dedicata a Patini. Un’occasione notevole per un viaggio nella storia locale tra passato, presente e futuro e con particolare attenzione alla figura della donna e a ciò che ha rappresentato nell’arco di svariati secoli.

La prestigiosa Pinacoteca Patiniana si trova all’interno dei locali dell’antico Palazzo De Petra di Castel di Sangro ed è intitolata a Teofilo Patini, uno dei massimi esponenti del verismo sociale in pittura. La mostra “Patini. Il ritorno” è stata allestita a metà ottobre e proseguirà fino al 6 gennaio 2014. Sono arrivate per l’occasione dieci tele dell’artista sangrino e che sono mostrate insieme a quelle già esposte nella pinacoteca. L’orario di apertura è dal lunedì alla domenica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 17 alle 19.

X