IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nuove regole per l’accesso in centro storico

In arrivo nuove regole per entrare nel cuore del centro storico aquilano, ma «attualmente non è previsto alcun accesso a pagamento». La rassicurazione arriva dal comandante della polizia municipale Eugenio Vendrame, che fa luce sulla nuova “[i]Disciplina transitoria per l’accesso alle zone rossa e verde del centro storico cittadino[/i]”.

La delibera di giunta relativa alla questione risale alla fine dello scorso ottobre, recente è invece un’ordinanza dello stesso Vendrame, che di fatto recepisce il documento. Proprio alla polizia municipale è infatti affidato il compito di gestire gli accessi veicolari nella “zona verde” del centro storico, ovvero le aree “[i]fruibili esclusivamente da traffico pedonale, ma interdette a quello veicolare i cui accessi sono controllati a cura dall’Esercito Italiano[/i]”. La gestione degli accessi nella zona rossa, ovvero le “[i]aree interdette al traffico sia pedonale che veicolare[/i]” è invece demandata al settore ricostruzione privata del Comune dell’Aquila.

Il nuovo regolamento per l’accesso nel centro storico del capoluogo abruzzese, come si precisa nella delibera dell’ottobre 2013, è legato alla necessità di “[i]regolamentare il passaggio pedonale e veicolare e uniformare e ottimizzare l’attività di rilascio delle autorizzazioni[/i]”, anche in vista dell’abbandono del centro storico da parte dell’Esercito. Si tratta, tuttavia, di una “disciplina transitoria”, anche perché, come spiega lo stesso Vendrame, l’obiettivo finale è quello di pedonalizzare il cuore della città. Nella delibera si fa riferimento anche alle modalità per ottenere l’autorizzazione all’accesso, pedonale o veicolare, nella zona rossa e veicolare nella zona verde.

Nessun costo per i cittadini, dunque? L’unico pagamento che potrebbe essere previsto, ma, come precisa Vendrame, si è ancora in fase di valutazione, è una cifra simbolica e [i]una tantum[/i] relativa alla copertura dei «costi vivi del tesserino di accesso», che verrà consegnato alle persone autorizzate ad entrare nella zona rossa o, con un veicolo, nella zona verde. La nuova disciplina entrerà in vigore quando uscirà di scena l’esercito, «presumibilmente dal primo gennaio del prossimo anno», conclude Vendrame.

X