IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, convegno sulla responsabilità medica

Come cambia la responsabilità dei medici alla luce della recente giurisprudenza e, in generale, la gestione del contenzioso in sanità? E’ il tema al centro del convegno formativo in programma all’ospedale San Salvatore dell’Aquila (aula Alice Dal Brollo), venerdì 13 dicembre alle ore 9. Il dibattito sarà trasmesso in videoconferenza all’ospedale di Avezzano.

Al convegno ‘[i]La gestione del contenzioso per responsabilità professionale in sanità[/i]’, promosso da Patrizia Masciovecchio, direttore di medicina legale della Asl 1, interverranno, tra gli altri, Gianfranco Iadecola, già avvocato e magistrato presso la corte di Cassazione e Vittorio Fineschi, che parleranno degli orientamenti giurisprudenziali, della legge Balduzzi e del reale valore delle linee guida.

Interverranno, inoltre, Enrico Marinelli del policlinico Umberto I di Roma, Raffaella Giannini del servizio medicina legale della Asl 3 di Pistoia, Andrea Minarini per l’Emilia Romagna. Per la Asl 1 Abruzzo, sarà presente, oltre alla dottoressa Masciovecchio, il direttore del dipartimento salute mentale Vittorio Sconci che parlerà del superamento dell’ospedale psichiatrico giudiziario e delle responsabilità professionali dello psichiatra.

«Il problema della responsabilità dei medici, legato al contenzioso in sanità, ha oramai assunto dimensioni notevoli – spiega la dottoressa Masciovecchio – e il convegno formativo ha lo scopo di mettere a fuoco l’argomento alla luce della recente legge Balduzzi e degli ultimi orientamenti della giurisprudenza, con particolare riferimento al valore delle linee guida. Abbiamo deciso di confrontarci con altre Regioni per acquisire ulteriori elementi di analisi e avere riscontri da realtà sanitarie diverse da quella abruzzese. Si parlerà con particolare attenzione degli aspetti relativi alla copertura assicurativa e delle modalità dirette di gestione del contenzioso, in modo da ampliare gli orizzonti e mettere a punto nuove sicure misure».

X