IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Il terremoto fra scienza e diritto

Martedì 10 dicembre, alle ore 15, nell’Auditorium dell’Università degli Studi dell’Aquila (Via G. Falcone n. 25 – ex Reiss Romoli) verrà presentato il volume “Il terremoto tra scienza e diritto”, a cura di Fabrizio Marinelli, Edizioni L’Una, contenente, oltre ad un ampio saggio introduttivo del curatore, la requisitoria del Pubblico Ministero e la sentenza del Tribunale dell’Aquila di condanna della Commissione “Grandi Rischi”.

«Il volume – dichiara il curatore, professor Fabrizio Marinelli – intende essere una testimonianza documentale di un evento giuridico (la sentenza di condanna) che si innesta su evento storico quale il sisma del 2009. Le problematiche giuridiche affrontate in occasione di tale processo pongono interrogativi importanti sulla responsabilità dello scienziato e degli organismi tecnici».

Apriranno l’incontro, organizzato dalla University Press dell’Ateneo aquilano (Edizioni L’Una) in collaborazione con l’Università dell’Aquila e l’Ordine degli Avvocati dell’Aquila, la Rettrice professoressa Paola Inverardi e il Presidente dell’Ordine degli Avvocati dell’Aquila avvocato Carlo Peretti. Le relazioni saranno tenute dal professor Guido Visconti (ordinario di Fisica del Sistema Terra dell’Università dell’Aquila) che tratterà il tema “Previsioni scientifiche e impatto mediatico: la difficoltà di essere scienziati oggi”, mentre il professor Mauro Catenacci (ordinario di Diritto penale nell’Università di Roma Tre) approfondirà le problematiche relative alla responsabilità degli organismi tecnico-scientifici fra reato colposo omissivo e commissivo. Il dottor Giustino Parisse (Responsabile della redazione “Il Centro” dell’Aquila) approfondirà il tema del ruolo dei mass-media fra previsioni scientifiche, emergenze e processi penali.

«Il Convegno – ha dichiarato il Fabrizio Politi, Presidente della Edizioni L’Una – intende approfondire il complesso tema dei confini della responsabilità dello scienziato, sempre più stretto fra funzioni delle previsioni scientifiche, modalità di comunicazione delle stesse e responsabilità penale. Per questa ragione le relazioni sono tenute da tre altissimi esperti nel campo scientifico, penalistico e della comunicazione di massa. Partendo dagli esiti della sentenza del Tribunale dell’Aquila, la presentazione del volume intende costituire un momento di approfondimento di queste attualissime problematiche».

L’incontro sarà presieduto dal prof. Fabrizio Politi (Presidente Edizioni L’Una e ordinario di Diritto costituzionale dell’Università dell’Aquila) e le conclusioni spetteranno al curatore del volume professor Fabrizio Marinelli (ordinario di Diritto privato dell’Università dell’Aquila).

X