IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Rest Abruzzo, Gatti e Romito incontrano allievi

Si chiama “Rest Abruzzo” (Risorse Enogastronomiche per lo Sviluppo Turistico) il progetto speciale di alta formazione approvato dalla Giunta Regionale nel 2012 e finanziato nell’ambito delle attività previste dal Fondo Sociale Europeo – FSE Abruzzo 2007/2013.

Dietro questi dati freddi e tecnocratici, si apre, però, un mondo fatto di cultura, di gusto, di qualità, di esperienze e di passione: in altre parole, il settore dell’eno-gastronomia abruzzese. Un settore in continua crescita che sembra risentire di meno degli effetti della crisi economica e al quale il governo della Regione intende riconoscere una forte capacità di spinta verso lo sviluppo.

“Rest Abruzzo” nasce da una felice intuizione di Niko Romito Formazione (lo chef abruzzese recentemente insignito della terza stella Michelin) prontamente raccolta dall’assessore alla formazione professionale, Paolo Gatti, che non si è lasciato sfuggire l’occasione di offrire a tanti giovani abruzzesi la possibilità di potersi esprimere in questo mondo, passando attraverso la conoscenza della cultura abruzzese e delle caratteristiche dei prodotti made in Abruzzo.

Gatti e Romito, si sono incontrati a Castel di Sangro, nella sede della Niko Romito Formazione, per salutare gli allievi del secondo corso che sta per concludersi e fare il punto alla vigilia del terzo corso di alta formazione. Gatti: «La Regione Abruzzo, per prima tra le regioni italiane, ha inteso promuovere questa iniziativa nella speranza di poter offrire a tanti giovani abruzzesi la possibilità di inserirsi con autorevolezza nel mondo della ristorazione di alta qualità».

L’assessore regionale ha anche detto che questi giovani, le cui destinazioni potranno essere ristoranti e grandi alberghi dislocati in ogni angolo della Terra, diverranno ambasciatori della cultura e della qualità abruzzese. Il corso è dedicato alla formazione di alte professionalità della gastronomia legate al territorio regionale e ai suoi prodotti, addette alla conoscenza delle materie prime, alla preparazione, trasformazione e cottura di alimenti in un’impresa di ristorazione di ogni livello, alla gestione della cucina in ogni suo aspetto.

«Le professionalità che si formeranno a seguito di questi corsi – ha spiegato Niko Romito – saranno in grado di creare piatti complessi valutando gli accostamenti di sapori e valorizzando gli ingredienti principali delle preparazioni».

Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione al terzo corso, scadrà il prossimo 10 dicembre. Per informazioni: www.nikoromitoformazione.it

X