IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila riconquista la dignità culturale

«Sono pienamente d’accordo con Monsignor Orlando Antonini quando afferma che il futuro di L’Aquila passa necessariamente dal turismo e dalla valorizzazione della sua arte; in quest’ottica occorre rapidamente definire un percorso tecnico-amministrativo che preveda, attraverso l’eliminazione del terrapieno, il ripristino di Via Roma ai livelli precedenti il 1823, in modo da destinare la zona esclusivamente ad area verde. Riqualificare l’intera cinta muraria e gli antichi ingressi deve essere la priorità su cui basare un concreto piano di valorizzazione del patrimonio artistico aquilano». A dichiararlo è la senatrice Enza Blundo.

«Occorrono interventi per ricostruire la città all’insegna dell’armonia e della bellezza – continua la Blundo – nel rispetto della sua grande tradizione storico-culturale, individuando modalità idonee a garantire la piena tutela di legittimi interessi privati senza disattendere gli altrettanti legittimi interessi pubblici di chi vorrà conoscere o riscoprire una città capoluogo tanto amata. Gli interventi di ricostruzione post sismica realizzati in questi anni sono stati caratterizzati da poca trasparenza e approssimazione, spesso pianificati per soddisfare interessi di carattere privato piuttosto che le esigenze, i bisogni e i desideri dei cittadini aquilani. E’ fondamentale restituire ‘dignità culturale’ ai nostri antichi monumenti, mettendoli al centro dell’azione politica e garantendo l’ascolto ed il rispetto delle volontà espresse dalla cittadinanza, sull’esempio di quanto già avvenuto per la progettazione del parco urbano di Piazza D’Armi. L’incontro promosso dall’amministrazione comunale, assieme ai progettisti vincitori e ai componenti del Tavolo di Piazza D’Armi, rappresenta un’importante apertura alle idee e alle proposte di tutti gli operatori della cultura. Mi auguro che questo clima di collaborazione si consolidi nel tempo e sia l’origine di qualsiasi futura decisione ed iniziativa», conclude la Blundo.

X