Giornata nazionale ‘Insieme ai sacerdoti’

Oggi in tutte le parrocchie dell'arcidiocesi dell'Aquila si celebrerà la Giornata Nazionale per le offerte per i Sacerdoti dal tema "Insieme ai sacerdoti, insieme ai più deboli".

La domenica di Cristo Re è l’appuntamento annuale che richiama l’attenzione dei fedeli sul ruolo ecclesiale e sociale dei nostri sacerdoti e sulle Offerte destinate al loro sostentamento. E’ una Giornata Nazionale che si celebra nelle parrocchie italiane da ormai 25 anni.

Destinate all’Istituto Centrale Sostentamento Clero, queste Offerte sono uno strumento perequativo e di solidarietà nazionale scaturito dalla revisione concordataria del 1984, per sostenere l’attività pastorale dei 37 mila sacerdoti diocesani. Infatti da più di 25 anni i sacerdoti non ricevono più uno stipendio dallo Stato ed è responsabilità di ogni fedele partecipare al loro sostentamento, anche attraverso le Offerte Insieme ai sacerdoti.

«Aiutare in maniera concreta i nostri sacerdoti credo sia un dovere di tutti noi che ne apprezziamo la missione e l’operato. Ogni Offerta, anche di minimo importo, sostiene un sacerdote e gli dà energia per continuare a svolgere la sua missione e aiutare i più poveri. Se crediamo nei sacerdoti, spetta a noi, in prima persona, sostenerli» spiega il responsabile del servizio promozione sostegno economico alla Chiesa Cattolica, Matteo Calabresi.

Anche la TV supporterà questa Giornata Nazionale trasmettendo sulle maggiori reti (Rai, Mediaset, La7, satellitare e digitale terrestre) uno spot di 30 secondi sull’impegno quotidiano di alcuni sacerdoti di frontiera.

Nel 2012 sono state raccolte 113.093 Offerte, per un totale di 11.837.437,79 euro. Queste Offerte concorrono a rendere possibile la remunerazione mensile dei 34 mila sacerdoti secolari e religiosi a servizio delle 226 diocesi italiane e dei 3 mila sacerdoti che, per ragioni di età o di salute, sono in previdenza integrativa. Sono sostenuti così anche circa 600 sacerdoti impegnati nelle missioni nei Paesi in via di sviluppo come fidei donum.