Materiale pedopornografico in auto, tenta la fuga

Quando i carabinieri sono riusciti a fermarlo, dopo un rocambolesco inseguimento che da viale XXIV Maggio a L'Aquila si è protratto fino alla rotonda di Civitaretenga, sulla statale 17, si è capito il perché della precipitosa fuga di un aquilano di 22 anni.

L'immediata perquisizione personale e veicolare, nonostante il giovane sino alla fine abbia tentato di sottrarsi ai controlli, ha infatti consetito ai militari di rinvenire all'interno dell'auto un portatile 'Acer' e uno smartphone LG contenenti numerosissimi file riproducenti foto e video di pornografia minorile, ma anche una pistola ad aria compressa priva del tappo rosso e un scatola contenente 500 piombini.

Per bloccare il giovane si erano inizialmente mobilitati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia dell'Aquila ai quali, attivati dalla centrale operativa del Comando provinciale, si sono poi aggiunti i militari della Compagnia carabinieri di Sulmona.

Il giovane, sottoposto agli arresti domiciliari e ora a disposizione dell'autorità giudiziaria che procederà con il rito direttissimo, è accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, pornografia minorile e porto illegale di arma.