Prada, Hogan, Gucci: caccia ai made in Cina

Lotta a tutto campo alla contraffazione da parte dell'Antitrust. L'autorità garante ha fatto fioccare multe da centinaia di migliaia di euro per la vendita online di scarpe e borsette finte a marchio Hogan, Gucci e Prada.

Secondo quanto pubblicato sull'ultimo Bollettino Antitrust, i responsabili della pratica commerciale scorretta sono tre professionisti cinesi, i quali dovranno pagare una multa di complessivi 100.000 euro ciascuno per aver ingannato i consumatori.

Nel primo caso, il signor Zhong Shan è responsabile di aver utilizzato il proprio sito 1hogan.com per pubblicizzare prodotti a marchio Hogan, lasciando intendere ai visitatori che i prodotti venduti fossero originali e venissero offerti ai consumatori a prezzi particolarmente convenienti.

Stessa cosa avveniva per prodotti contraffatti a marchio Gucci, ingannevolmente pubblicizzati e commercializzati dal signor Yu Weixiong sul sito guccioutlet-italy.org e per quelli Prada, messi in vendita da Shen Xiu sul sito Pradaborselinea.com.

In tutti e tre i casi, inoltre, sarebbero state omesse tutte le informazioni relative all'identità e all'indirizzo geografico del professionista, né vi sarebbe alcuna indicazione in merito ai diritti previsti dal Codice a tutela del consumatore nella fase post vendita. Inoltre nessuno dei titolari dei tre siti ha in alcun modo partecipato al procedimento, né depositato memorie difensive, né provveduto a trasmettere la richiesta relazione in merito alle misure intraprese per adempiere a quanto deliberato dall'Antitrust.