Quantcast

Smart City: Comune L’Aquila premiato a Milano

Il Comune dell’Aquila è stato premiato, per un progetto relativo e connesso alla Smart City, nell’ambito dello Smau di Milano 2013, evento fieristico dedicato all’informatica e alle nuove tecnologie all'interno della progettazione di “città intelligenti”.

Lo ha reso noto l’assessore alla Smart City Alfredo Moroni. «Si tratta di un riconoscimento importante e prestigioso – ha dichiarato l’assessore Moroni – che ci riempie di orgoglio e che premia il lavoro dell’assessorato e del team di dipendenti comunali che hanno elaborato un progetto innovativo, nel campo della programmazione e della governance, e improntato ai parametri di sostenibilità, modernità ed efficienza».

«I progetti analizzati – ha proseguito Moroni – erano ben 120, di cui poi 38 sono risultati finalisti. Quello che abbiamo presentato come Comune è risultato tra i quattro vincitori, insieme con le proposte della Asl di Napoli e dei Comuni di Treviso e di Varese. Ulteriore motivo di soddisfazione, alla luce di un grande sforzo progettuale che portiamo avanti da tempo, è che la città dell’Aquila è l’unica ad essere stata premiata, nel corso del 2013, in ben due dei quattro eventi Smau che si sono svolti nel corso dell’anno, ossia quelli, rispettivamente, di Roma e di Milano».

«Dopo la recente sigla dell’accordo con il Comune di Milano – ha concluso Moroni – che abbiamo sottoscritto a Bologna, proseguiamo dunque nella direzione di convogliare energie e di attivare collaborazioni finalizzate a dare concretezza e valore al disegno della Smart City. Il nostro scopo è di farne un obiettivo in grado di realizzare una rete con tutte le realtà culturali, produttive, sociali e istituzionali della città. Un obiettivo, insomma, in grado di catalizzare idee, di fare opinione, di diventare un traguardo comune da condividere, nello scopo e nei percorsi, con la città. Il tutto in modo da inserirsi nel progetto per la Capitale europea della Cultura 2019, quale elemento di forza e di coesione, per una realtà urbana che arrivi all’appuntamento con l’Europa nelle vesti di una città più moderna, più efficiente e, in una parola, più smart».