Quantcast

Palazzo del Governo verso la resurrezione

Presto il Palazzo del governo dell'Aquila, 'spezzato' dal terremoto del 6 aprile 2009, sarà rimesso in piedi. Lo ha annunciato il sottosegretario alle Infrastrutture Erasmo D'Angelis, a margine del Festival dell'acqua, organizzato da Federutility. «A giorni - ha spiegato D'Angelis - daremo il via alla gara per 34 milioni per la ricostruzione del Palazzo del governo», tra gli edifici considerati 'simboli' del terremoto che ha colpito L'Aquila 4 anni fa.

La ricostruzione, ha aggiunto il sottosegretario, è «al 60% di realizzazione per le opere di competenza del ministero. Al 2% per quelle dei privati». «Gli interventi urgenti - ha spiegato D'Angelis - sono per circa 400 milioni», tra questi «l'università vale 40 milioni, altri 368,5 milioni sono invece per gli edifici pubblici».

Tra le opere ultimate, per un valore di 144 milioni, ci sono la scuola militare, la facoltà di lettere e filosofia e la prima parte del restauro della Basilica di San Bernardino. Mentre tra le opere in corso, per 103 milioni, il Palazzo di Giustizia e la seconda parte della Basilica di San Bernardino.

Il sottosegretario ha parlato della città abruzzese come di «ferita ancora aperta e di emergenza nazionale».