Quantcast

Università, acquistato complesso ex San Salvatore

Con la firma del contratto avvenuta ieri, l'università dell'Aquila ha acquistato dalla Asl, per 7 milioni 968 mila 950 euro, il complesso ospedaliero dell'ex ospedale San Salvatore: «Una struttura storicamente importante - commenta il rettore Ferdinando Di Orio - per la comunità civile aquilana, che insieme alla nuova sede del Dipartimento di Scienze Umane e al Centro congressi "Luigi Zordan" (ex monastero di San Basilio) potrà rappresentare il nucleo per la riqualificazione urbanistica ed economica di tutto il centro storico».

«L'acquisto dell'ex-San Salvatore - prosegue - è l'ultimo atto di una strategia che l'università dell'Aquila ha in questi anni tenacemente perseguito, finalizzata alla dotazione di nuove risorse strutturali e al tempo stesso, alla riqualificazione di una significativa parte del centro storico della città, per contribuire a riallacciare i fili della nostra storia, tragicamente spezzati dal sisma del 2009».

«In questi anni - prosegue il rettore - non ho mai perso l'occasione per confermare pubblicamente la volontà dell'università di restare in questa città, di riprendere un discorso antico per declinarlo in termini nuovi, offrendo così un contributo determinante alla sua rinascita. Questa iniziativa potrà determinare le condizioni per una rinnovata vitalità del centro storico anche in termini di ulteriore sviluppo delle attività economiche e commerciali, già riprese grazie alla precedente apertura della nuova sede del Dipartimento di Scienze Umane. Perché, è bene ricordarlo, i nostri studenti non hanno mai abbandonato il centro storico, poiché amano profondamente questa città».

«Concludo il mio mandato rettorale - commenta infine Di Orio - con questo atto in linea con la strategia da me sempre perseguita di qualificazione dell'Aquila come Città dell'Università, della Cultura e della Scienza».