Quantcast

Sulmona, avvocati annunciano sciopero fame

È iniziato da oggi lo sciopero ad oltranza da parte degli avvocati di Sulmona contro la soppressione del tribunale peligno. Sono trenta i legali che si aggiungeranno da domani mattina a Elisabetta Bianchi, che ha iniziato la protesta al termine dell'assemblea che si é conclusa alle 13.30.

«È l'atto più incisivo e grave dopo mesi di battaglia - afferma il presidente dell'ordine forense di Sulmona, Gabriele Tedeschi - vogliamo che il ministro della Giustizia venga subito di persona a Sulmona per ascoltare dalla cittadinanza le ragioni e i motivi della battaglia contro la chiusura del tribunale».

«Pretendiamo l'attenzione da parte del governo, chiedendo una vera revisione delle circoscrizioni giudiziarie con l'ampia entrò del nostro territorio - ha aggiunto l'avvocato Bianchi, che da questo momento resterà nel tribunale anche di notte astenendosi dal cibo - No ai tagli orizzontali che penalizzano solo i cittadini. Pretendiamo la presenza dello Stato nel nostro territorio e lotteremo contro la riforma generata da burocrati ministeriali sordi alle istanze della politica e dei cittadini, nella piena attuazione dei principi democratici e della carta costituzionale».