Quantcast

Apre il centro sociale di San Giacomo

Verrà inaugurata sabato 14 settembre alle 18.30 la sede rinnovata del centro sociale di San Giacomo. Lo rende noto il consigliere Adriano Durante, presidente della Terza Commissione consiliare del Comune dell'Aquila.

«Sono molto felice di inaugurare la sede del centro sociale di cui San Giacomo aveva estremamente bisogno» ha commentato Durante, sottolineando che «ad oggi la popolazione locale è arrivata a 1200 abitanti» e quindi «un luogo dove è possibile organizzare incontri, dibattiti e feste era assolutamente necessario». «Senza escludere una punta di orgoglio - ha aggiunto il consigliere - nel considerare quella parte del centro riservata alla locale Protezione Civile, destinata a divenire un centro d’eccellenza territoriale».

«Ora, il mio impegno come presidente della Terza Commissione - ha spiegato Durante - continuerà a concentrarsi sull’apertura degli altri centri sociali: un impegno personale che sto portando avanti affinché presto si possa inaugurare anche ad Arischia, a Pianola, a Gignano. Tornano utili gli spazi lasciati vuoti in viale De Gasperi dal trasferimento del Corpo di Polizia Municipale, dove potrebbero addirittura collocarsi almeno due centri sociali e per i quali mi rivolgo alla sensibilità del Comune dell’Aquila affinché si impegni a destinarli alla popolazione».

«Nel ringraziare l’amministrazione comunale per il lavoro svolto a san Giacomo – ha concluso il consigliere – rivolgo altresì un invito all’assessore alle Opere pubbliche Alfredo Moroni affinché provveda al più presto a realizzare un parco giochi recintato a Piazza Santa Maria del Vasto, in prossimità del centro sociale di San Giacomo, dove i bambini della zona possano ritrovarsi e giocare in tutta sicurezza anziché essere costretti a doversi spostare con le autovetture per raggiungere i parchi cittadini. Quello dei parchi giochi recintati è un argomento che, comunque, va affrontato su tutto il territorio comunale perché più di noi, i nostri bambini, hanno bisogno di luoghi di aggregazione sicuri».