Quantcast

Abruzzo, nasce centro contro il razzismo

L'assessore alle Pari opportunità della Regione Abruzzo, Federica Carpineta, ha annunciato che la Regione Abruzzo è stata ammessa al finanziamento nell'ambito del Programma Fei - Fondo europeo per l'integrazione (Azione 7-2012) - con la presentazione del progetto Centra, Centro territoriale della Regione Abruzzo contro la discriminazione.

«Con il Centra - sostiene l'assessore Carpineta - l'Abruzzo aderisce alla rete nazionale antidiscriminazione dell'Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) attraverso la costituzione di un centro specializzato per il contrasto ai sempre più numerosi casi di discriminazione e razzismo che si verificano anche in Abruzzo».

La Regione, già protagonista di azioni importanti contro la discriminazione razziale, con i progetti Simple e Light On, è ora promotrice, in collaborazione con le Province dell'Aquila e Teramo, il Comune di Pescara e l'impresa Progetti Sociali, di una nuova iniziativa che vedrà la formalizzazione del centro regionale antidiscriminazione, basato su nodi di raccordo e punti di informazione provinciali e comunali e sul consolidamento dei rapporti con enti, gruppi e associazioni del settore. L'Abruzzo, quindi, segue la strada intrapresa dalle altre dieci regioni italiane che hanno aderito alla rete nazionale antidiscriminazione.

I partner di Centra lavoreranno insieme all'Unar fino al giugno 2014, per dare il via a un sistema duraturo per la segnalazione e il trattamento dei casi di discriminazione, basato anche sui risultati del primo report regionale sulla discriminazione, che presenterà un'analisi dei recenti fenomeni sociali, delle percezioni delle persone rispetto alla diversità razziale e al disvalore sociale di ogni forma di discriminazione.