IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Fondi Ue: entro 30 settembre documento a Bruxelles

Più informazioni su

«Il ministro per la coesione territoriale Carlo Trigilia ci ha detto che entro il 30 settembre 2013 va inviato a Bruxelles il documento che contiene le indicazioni sulla spesa del nuovo riparto di fondi europei relativo ai sette anni 2014/2020».

Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, lasciando l’incontro, ancora in corso, tra i presidenti delle Regioni e il ministro Trigilia.

«I tempi, dunque, sono molto stretti», ha osservato Burlando, il quale ha spiegato che nel documento bisognerà definire l’asset strategico e l’uso di questi fondi.

«Il ministro ha fatto notare che c’è stato un ritardo storico nella spesa dei fondi da parte di alcune Regioni – ha proseguito Burlando – e che queste risorse, con una crisi così importante, sono fondamentali per il rilancio dell’economia».

Il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, prima

dell’incontro con Trigilia, aveva partecipato alla seduta della Conferenza delle Regioni dedicata proprio a questo tema.

«Il ministro della Coesione territoriale, Carlo Trigilia, ha accennato alla possibilità che i fondi Ue residui della vecchia programmazione 2007/2013 vengano usati come ammortizzatori sociali. Ovviamente sarebbero vincolati per quelle regioni a cui erano destinati», ha detto Burlando.

«Il ministro ha aggiunto – ha proseguito il governatore della Liguria – che se le Regioni fossero disponibili ad aggiungere fondi del Fondo sociale europeo alle risorse nazionali, si potrebbe pensare a misure condivise per il rilancio dell’occupazione».

Il decreto del fare ha già stanziato 300 milioni per l’occupazione giovanile. Le Regioni hanno presentato al ministro un documento il cui punto critico, ha detto Burlando, riguarda la gestione dei Pon, i fondi del Programma operativo nazionale.

30 MILIARDI PER L’ITALIA – «La nuova programmazione dei fondi europei per il ciclo 2014-2020 prevede, per l’Italia, circa 30 miliardi di fondi Ue, cui va aggiunto un cofinanziamento nazionale, ancora da stabilire, che può arrivare fino ad altri 30 miliardi, per un totale complessivo di 60 miliardi di euro».

Lo ha detto il ministro per la Coesione territoriale, Carlo Trigilia, al termine dell’incontro con i presidenti delle

Regioni.

Più informazioni su

X