IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nasce l’Aiga sezione di Avezzano

Più informazioni su

di Magda Tirabassi

Nasce ad Avezzano una sezione dell’associazione nazionale dei giovani avvocati (Aiga). Nel giro di pochi giorni, l’associazione ha già raccolto oltre 50 iscrizioni. Eletto presidente Nicola Grasso, segretario Giovanni Sorgi, tesoriere Angelo Chiuchiarelli, consiglieri Luca Sanità, Valentina Calvarese, Domenico Simone, Giulio Sanità, Mirco Salvati, Giovanna Simeoni e Roberta Stornelli. Eletto come consigliere nazionale Stefano Di Carlo.

«Come è noto» annuncia il presidente Grasso, «qualche settimana fa, la Corte Costituzionale, giudicando “infondate” le questioni di legittimità, sollevate da alcuni tribunali d’Italia, ha dichiarato ammissibile la riforma della geografia giudiziaria varata dal governo Monti».

« Il pronunciamento della Consulta», continua, «potrebbe aver segnato in maniera definitiva, il destino del Tribunale di Avezzano, che senza nuovi interventi legislativi fra due anni terminerà la sua attività. La ricostituita sezione di Avezzano dell’Associazione italiana giovani avvocati (Aiga), esprime la sua contrarietà a questa ingiusta riforma, per il metodo e la sostanza. Le modalità che hanno portato alla scelta del Tribunale di Avezzano, quale tribunale da sopprimere, sono note e, purtroppo, impossibili da accettare per le ragioni tecniche che noi tutti conosciamo, ma che è bene ribadire una volta di più: in primis la produttività e la qualità del servizio offerto, che fa del Tribunale del capoluogo marsicano, il terzo d’Abruzzo per numero di procedimenti pendenti».

«Non è possibile, poi» incalza Grasso, «pensare ad una soppressione del Tribunale di Avezzano, senza considerare le peculiarità demografiche ed orografiche della Regione Abruzzo: la notevole distanza chilometrica di alcuni centri (anche oltre a 90 km) e il notevole lasso di tempo di percorrenza (fino a 1 ora e 30 minuti) per raggiungere la sede accorpante, non sono compatibili con un Paese europeo e costringerebbe una vasta area di popolazione e di operatori del settore, ad un pendolarismo giudiziario lungo una rete stradale del tutto insufficiente sotto il profilo infrastrutturale».

«Il mantenimento del Tribunale» conclude il presidente, «anche come presidio di legalità, su un territorio che si vede ogni giorno depauperato dei più elementari servizi, rappresenterebbe un forte segnale di speranza per l’intera popolazione marsicana ed in particolare per i giovani avvocati e professionisti del diritto che si trovano ad affrontare con difficoltà un momento di grande crisi e cambiamento.

Per questi motivi la sezione di Avezzano dell’Aiga, che trascorsi soli 15 giorni dalla costituzione coinvolge già più di 50 giovani avvocati e praticanti, proporrà già nelle prossime settimane iniziative volte alla salvaguardia del Tribunale di Avezzano, sia autonomamente che in concerto gli altri organismi ed associazioni forensi e in particolare con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e la Camera Penale di Avezzano».

Più informazioni su

X