IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Incontro tra mare e monti per Giovanni Paolo II

Nel nome di Giovanni Paolo II, l’associazione culturale aquilana “San Pietro della Ienca” e l’associazione “Giovanni Paolo II” di Polignano a mare (Bari) ieri, 7 luglio, hanno ufficializzato il gemellaggio alla presenza di tantissimi fedeli e visitatori giunti da ogni luogo, nel giorno importante per la città dell’Aquila per l’arrivo dell’arcivescovo Giuseppe Petrocchi, al quale Pasquale Corriere, presidente dell’associazione culturale “San Pietro della Ienca” ha rivolto un caloroso benvenuto.

La manifestazione di ieri arricchisce ancor più l’impegno profuso da più di 15 anni dall’associazione e, precisamente, 14 anni dall’erezione della Stele in pietra collocata lateralmente all’esterno della Chiesa, quale primo evento particolarmente significativo, proprio in ricordo di una delle visite private di Giovanni Paolo II avvenuta in San Pietro della Ienca il 29 dicembre 1995. Da allora sono state tantissime le manifestazioni, le celebrazioni e le occasioni per ricordare ogni volta colui che ha amato le nostre montagne, nelle quali si rifugiava spesso per ritemprarsi.

«Il Beato Karol è cresciuto sulle montagne, nella sua Polonia, e fin da ragazzo sciava. Per questo, andare in montagna per sciare o semplicemente per camminare era il suo unico “svago” dai doveri di Papa. La montagna però per Giovanni Paolo II, prima ancora che un’altura fisica, era un simbolo spirituale, era contemplazione, silenzio, cammino, preghiera, la gioia dell’incontro e l’aria buona da respirare. Guardando le cime dei monti si ha l’impressione che la terra si proietti verso l’alto, quasi a voler toccare il cielo: in tale slancio l’uomo sente, in qualche modo, interpretata la sua ansia di trascendente e di infinito». Con le parole di Giovanni Paolo II Pasquale Corriere ha voluto salutare l’associazione “Giovanni Paolo II” di Polignano a mare, il presidente della stessa Giuseppe Nardulli e i tanti visitatori presenti all’evento.

Toccante la celebrazione del vescovo ausiliare Giovanni D’Ercole sempre molto vicino all’associazione culturale “San Pietro della Ienca” e presente ad ogni evento organizzato nel Santuario. All’iniziativa ha partecipato anche l’assessore al Turismo del Comune dell’Aquila Lelio De Santis il quale si è impegnato affinché nel borgo venga presto realizzato un punto di accoglienza per i numerosi visitatori che giungono ogni giorno. L’incontro rappresenta un ulteriore tassello per promuovere turisticamente la città e per intrattenere e migliorare i rapporti sociali e culturali con comunità provenienti da altri contesti territoriali, uniti dallo spirito di fratellanza e di solidarietà.

X