IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

La Fiorentina non darà mai Jovetic gratis alla Juve

Beppe Marotta l’ha fatto un po’ per celia un po’ per non morir, presentando Fernando Llorente, ma ha scatenato l’inferno sull’asse Torino-Firenze, riportando le lancette dell’orologio all’estate del 2012 arroventata dal caso Berbatov.

A proposito di Jovetic, il Numero Due della Juve ha sbottato: «Sul mercato può succedere di tutto sino al 31 agosto. Può succedere pure che la Fiorentina possa darci il montenegrino in prestito gratuito».

L’eventualità è totalmente da escludere e Marotta lo sa. Anche perchè, nelle stesse ore Diego Della Valle attaccava frontalmente John Elkann per una questione molto più importante del calcio: il futuro di Rcs, colosso dell’editoria italiana del quale sia il Signor Tod’s sia il Signor Fiat sono azionisti l’uno contro l’altro in guerra.

Ai tifosi di Fiorentina e Juve, la bagarre di Via Solferino importa poco. Ma nel delicato passaggio attuale che registra il minimo storico nei rapporti fra i padroni dei due club, il loro braccio di ferro si riverbera sulla vicenda Jovetic con conseguenze al momento di assoluto stallo.

Altro che gratis in prestito alla Juve: o i bianconeri pagano 30 milioni di euro ai toscani o non se ne fa nulla. Uno dei due casi dell’estate (l’altro si chiama Cavani) diventa sempre di più una questione di principio.

La Juve ha ragione quando giudica spropositata la valutazione del N.8 gigliato nella stessa misura in cui la Fiorentina ricorda come Jovetic abbia liberamente sottoscritto il prolungamento del contratto sino al 2016, garantendogli un consistente ritocco dell’ingaggio.

E, in questo contratto, è stata inserita la fatidica clausola rescissoria che, in quanto tale, è per sua stessa natura fuori mercato, per scoraggiare gli eventali acquirenti del giocatore.

Qui sta il punto: il problema non è della Fiorentina che ha convocato il giocatore per lunedì, quando scatterà ufficialmente la stagione della squadra di Montella. Il problema è di Jovetic e di chi ne cura gli interessi: tocca a loro presentarsi nella sede societaria con un club pronto a pagare la somma richiesta.

E’ una guerra dei nervi, ma chi pensa che, alla fine, Della Valle cederà a Elkann, dando addiritura Jovetic in prestito gratuito alla Juve, non conosce né Della Valle né le sue ambizioni.

X