IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

3e32: «Estate in tribunale per gli attivisti»

«Dopo quattro anni a L’Aquila molte cose sembrano sempre ferme: la ricostruzione dei centri storici è immobile, le promesse della classe politica sono sempre le stesse, la mancanza di lavoro e la precarietà pure. C’è una cosa però che va avanti: i processi contro gli attivisti che in questi anni si sono spesi nelle proteste e nelle iniziative per una ricostruzione giusta». A sottolinearlo, attraverso una nota è il comitato cittadino 3e32.

«Il primo luglio prossimo – prosegue la nota – ci sarà la prima udienza sul “sequestro di carriole”. Ricordiamo tutti il ridicolo verbale di sequestro con cui furono prese in custodia le carriole di tre attivisti, colpevoli di voler rimuovere le macerie della loro città. Il 15 luglio si terrà invece a Roma la terza udienza del processo per la manifestazione a Roma del 7 luglio 2010, in cui ci furono due feriti per le manganellate della polizia e fu impedito di manifestare a settemila aquilani. Il 26 luglio l’estate rovente continuerà con la prima udienza del processo contro i manifestanti che organizzarono il presidio di protesta del 9 novembre 2010, quando Berlusconi venne a L’Aquila a premiare Bertolaso. Questa accusa è particolarmente grave perchè si parla anche di “violenza privata”, per aver ostacolato il passaggio dell’auto dell’ex vice-commissario Cicchetti».

«Passeremo un’estate al fresco delle aule di tribunale – si legge ancora nella nota del comitato 3e32 – in attesa delle prossime udienze autunnali, per CaseMatte, l’occupazione del Consiglio regionale e per l’entrata con le carriole a Piazza IX Martiri. Tutto ciò avviene mentre le cricche di sciacalli che hanno speculato sulla ricostruzione sono rimaste impunite e nell’assordante silenzio delle istituzioni locali che nulla di concreto hanno fatto o detto in difesa dei cittadini, che da attivisti o semplici manifestanti si ritrovano oggi imputati».

«Per questo – prosegue la nota – facciamo affidamento sulla solidarietà di tutti i cittadini che erano in piazza con noi e sono stati presenti a dare sostegno agli accusati durante le precedenti udienze, e ringraziamo il team di avvocati che ci assiste. Diamo appuntamento a tutti fuori al tribunale di Bazzano e a quello di Roma per le giornate delle udienze, e a lunedì primo luglio alle ore 17.30 a CaseMatte per un incontro con i denunciati e gli avvocati, per organizzare insieme momenti di comunicazione e raccolta fondi per le spese legali per i prossimi processi. E’ inutile dire che questi processi non fermeranno la nostra battaglia per una ricostruzione partecipata, sostenibile e trasparente».

X