IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Trasporti: Sulmona-Carpinone, Abruzzo chiama Molise

Sulla questione della tratta ferroviaria Sulmona-Carpinone il consigliere regionale abruzzese Giuseppe Di Pangrazio scrive, insieme al collega, vicepresidente del Consiglio, Giovanni D’Amico, una lettera all’assessore della Regione Molise Michele Petraroia per informarlo dell’esito delle audizioni in Quarta commissione (Industria e Commercio) cui sono stati invitati il presidente della Sangritana, Pasquale Di Nardo, un rappresentante di Rfi, dottor Pallotta, e due rappresentanti di un’associazione promotrice della riapertura della tratta ferroviaria.

Di Pangrazio esprime seria preoccupazione «per quanto riferito da Pallotta circa le spese necessarie per la manutenzione ordinaria e straordinaria della linea, un milione di euro per la prima e due per la seconda, divenuta ormai indispensabile a causa del disuso determinato dalla chiusura. E’ inoltre emerso dalle audizioni che dal primo ottobre 2013 il deviatoio presente presso la stazione di Carpinone (Isernia) potrebbe essere definitivamente soppresso, provocando l’interruzione della tratta ferroviaria a Carpinone e impedendo di fatto il collegamento con altre città».

La tratta ferroviaria Sulmona-Carpinone, oltre a essere una delle più antiche e suggestive, costituisce importante linea di comunicazione tra l’Abruzzo interno e il Molise interno. Di Pangrazio ha chiesto a Petraroia di attivarsi, anche in veste di vicepresidente della Regione Molise, per «tentare di risolvere la preoccupante situazione che un simile scenario potrebbe aprire sia sul territorio abruzzese sia su quello molisano».

«Entrambi, in passato, abbiamo promosso iniziative congiunte in merito alla questione, proprio per questo – conclude la lettera – ho chiesto la Sua disponibilità a partecipare nei prossimi giorni a una riunione tra rappresentanti della Regione Abruzzo e rappresentanti della Regione Molise per fare il punto della situazione, coinvolgendo eventualmente anche esperti della Sangritana, per capire se c’é possibilità di riapertura della tratta ferroviaria».

X