IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Udu, «Regione finanzi il Polifunzionale di Coppito»

«Nella giornata di ieri, sul sito dell’Adsu, sono state pubblicate le graduatorie definitive per le borse di studio dell’anno accademico 2012/2013». A comunicarlo è l’Unione degli universitari dell’Aquila.

«L’Unione degli universitari – si legge nella nota – esprime soddisfazione per la copertura del 100% delle graduatorie, un risultato ottenuto grazie anche al costante impegno per la difesa del Diritto allo Studio da parte dei propri rappresentanti».

«La spesa complessiva – si legge ancora nella nota – per la copertura è di 4.153.888 euro, tuttavia va ricordato che per effetto del decreto legislativo 68/2012, e a causa della Regione Abruzzo che non è intervenuta a riguardo, la tassa regionale per il DSU quest’anno è aumentata quasi del 100% passando da 72 euro a 140 euro».

«Secondo i dati – sottolinea l’Udu – dell’Università aggiornati al 1 febbraio gli iscritti totali sono 23.319, facendo un rapido calcolo dunque si può capire come gli studenti universitari si siano autofinanziati le borse di studio, mentre la Regione continua a tagliare sempre più il suo investimento in questo capitolo fondamentale per il futuro degli studenti e degli atenei».

«Infatti – si legge nella nota – i 7,4 milioni di euro stanziati nel lontano 2007 sono solo un ricordo, nel 2012 la Regione ha trasferito solo 1,1 milione di euro di fondi ministeriali lasciando a zero il contributo regionale per le borse di studio».

«Per questo motivo – conclude la nota – l’Udu chiede all’assessore Gatti e alla Regione Abruzzo di investire i soldi “risparmiati” sulle borse di studio per la ristrutturazione del Polifunzionale di Coppito (comprendente sale studio, aula ricreativa, mensa, bar, sala informatica), il quale non ha ancora un progetto di ristrutturazione e versa in condizioni di abbandono da ben quattro anni, costringendo l’Adsu all’affitto delle strutture Algeco per sopperire alla mancanza della mensa».

X