Quantcast

Ragazzino pestato, bulli riconosciuti su Facebook

Più informazioni su

Per il pestaggio di un minorenne, avvenuto il 20 aprile in piazza Primo Maggio, a Pescara, la squadra mobile del capoluogo adriatico ha arrestato questa mattina e sottoposto ai domiciliari uno dei presunti responsabili. Deve rispondere del reato di lesioni volontarie aggravate da futili motivi. Per lo stesso episodio sono indagati 4 minorenni.

La vittima del pestaggio messo in atto dai bulli e avvenuto per motivi banali, è finita in ospedale con due dita e il naso rotti ed è stata sottoposta ad intervento chirurgico.

Sono stati gli amici del giovane aggredito a consentire alla polizia l'identificazione dei presunti aggressori anche servendosi di Facebook. Sul [i]social network[/i] è stata tra l'altro rintracciata una foto del gruppo che sarebbe stata scattata proprio il giorno dell'aggressione.

Più informazioni su