IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Genio civile, «Evitare paralisi dell’attività»

La Commissione Bilancio del Comune dell’Aquila, ha approvato la proroga dei termini per l’entrata in vigore dell’articolo 7 della legge regionale 28/2011 (norme per la riduzione del rischio sismico).

«Oggi – dice il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Di Pangrazio – gli uffici del Genio Civile hanno bisogno di personale per svolgere l’attività. Ho proposto di aprire un tavolo di lavoro tra maggioranza e minoranza con l’obiettivo di trovare al più presto una soluzione al rischio paralisi degli uffici del Genio Civile».

«Come abbiamo già osservato da tempo – rileva Di Pangrazio – con la legge regionale n.28 del 2011, tali uffici saranno a breve caricati di ulteriori compiti legati al rilascio delle autorizzazioni per la sicurezza sismica degli edifici. Il rischio è che si verifichi un vera e propria paralisi dell’attività edilizia in Abruzzo a causa della carenza di personale tecnico adatto allo svolgimento di tale funzione».

«La mia proposta – continua di Pangrazio – è di impiegare personale di enti e aziende soppresse o di personale altamente specializzato ed ora in cassa integrazione, come il caso di Abruzzo engineering, che in passato è stato già impiegato presso gli uffici del Genio Civile. Occorre infatti personale con alta professionalità in grado di svolgere tale funzione, professionalità in possesso dei dipendenti di Abruzzo engineering. Ricordo inoltre che sono già impiegate delle risorse per la cassa integrazione che, sommate al contributo che dovranno versare gli utenti, potranno far funzionare il servizio».

«Se non si affronterà immediatamente la questione – conclude Di Pangrazio – c’è il pericolo certo del blocco di un comparto fondamentale per l’economia dell’intera regione, con le relative ricadute in termini occupazionali».

X