IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Albergo diffuso, proposta di legge regionale

«Il progetto di legge sull’albergo diffuso in Abruzzo è un nuovo e attuale modello di sviluppo economico che ha un obiettivo: promuovere il turismo nella nostra regione con il recupero dei centri storici».
Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, durante la presentazione del progetto di legge sulla disciplina dell’albergo diffuso, che vede firmatario anche il Consigliere regionale Riccardo Chiavaroli. La presentazione si è svolta questa mattina nella sede di Pescara del Consiglio regionale, alla presenza dell’Assessore al Turismo, Mauro Di Dalmazio, e Daniele Kilgren, imprenditore turistico e ideatore del progetto dell’albergo diffuso a Santo Stefano di Sessanio.

«Crediamo che in questo momento difficile per i piccoli paesi, soprattutto a causa dello spopolamento, il recupero dei borghi e dei centri storici minori abbia una duplice finalità: conservare il patrimonio edilizio esistente e favorire nuovi flussi turistici attraverso nuove forme di ospitalità, diversa da quella classica o alberghiera.

«È una proposta legislativa – osserva ancora Pagano – concepita per offrire agli ospiti l’esperienza di vita di un centro storico di una città o di un paese, in luoghi esclusivamente storici, potendo contare su tutti i servizi alberghieri, cioè su accoglienza, assistenza, ristorazione, spazi e servizi comuni per gli ospiti, che alloggiano in case e camere a breve distanza tra di loro. È una legge – conclude il Presidente Nazario Pagano – che è finalizzata ad assicurare il recupero dell’edilizia, favorire la vivibilità attraverso nuove forme di ospitalità e, non per ultimo, attivare anche forme di occupazione con l’albergo diffuso». Il progetto di legge, composto da 8 articoli, è stato già depositato e ora inizierà l’iter legislativo in Commissione per essere approvato in Consiglio regionale.