IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Allarme ‘hot storm’, le regole per difendersi

Più informazioni su

Si sono appena spenti gli echi delle inondazioni che hanno flagellato il centro Europa, in una stagione che anche da noi ha visto più nuvole che cieli azzurri, che già è il momento di parlare di ondate di caldo. Lo fa il ministero della Salute, che ha iniziato anche quest’anno le pubblicazioni sul suo sito del bollettino con il rischio fino a 72 ore insieme alle indicazioni su come attrezzarsi, e lo fanno anche i meteorologi, che hanno già preannunciato la prima fiammata estiva.

I consigli del portale del ministero sono contenuti in un elenco che comprende sia le misure da adottare da parte di tutti, sia informazioni dedicate a chi è più a rischio, dagli anziani ai bambini ai diabetici.

«Durante le giornate in cui viene previsto un rischio elevato – si legge, ad esempio – deve essere ridotta l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 11 e le 18. In particolare, è sconsigliato l’accesso ai parchi e alle aree verdi ai bambini molto piccoli, agli anziani, alle persone non autosufficienti o alle persone convalescenti. Inoltre, deve essere evitata l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi».

L’uso di condizionatori e ventilatori è ovviamente ammesso, ma con ‘giudizio’, con una temperatura che non dovrebbe scendere sotto i 27 gradi anche per evitare gli sbalzi troppo forti, mentre dal punto di vista dell’alimentazione il ministero consiglia pasti leggeri, con molta frutta e verdura e il consumo di almeno due litri d’acqua al giorno.

La prima prova per consigli e bollettino dovrebbe essere già questo fine settimana.

«L’anticiclone ‘Ade’ provocherà una Hot storm in Europa e in Italia a partire da domenica e fino al 21 giugno, con caldo da record – fa sapere Antonio Sanò direttore del IlMeteo.it – Non una semplice ondata di caldo africana, ma quello che arriverà a breve sarà una vera e propria tempesta di caldo, un anticiclone africano con radici subtropicali».

Nel week end, in particolare domenica, continua l’esperto, ci sarà un vero e proprio cambio di scena rispetto alle giornate miti di questo periodo: «L’estate metterà letteralmente il turbo, arriverà dall’Africa dell’aria caldissima pompata dall’Anticiclone Ade. Il caldo aumenterà giorno dopo giorno, prima si supereranno ovunque i 30-32 gradi poi da metà settimana anche i 35 su Bologna, Firenze, Napoli, Roma, e resto del sud, con qualche grado in meno lungo le coste. Tutta l’Europa verrà investita dai venti caldi africani, si verificherà una tempesta di caldo, di ampie dimensioni che vedrà il suo picco proprio per il 21 Giugno».

Sono proprio le ondate di calore ‘precoci’ come questa a dover preoccupare di più, affermano peraltro le nuove linee di indirizzo emanate dal ministero, che confermano che il tema è destinato a tenere sempre più banco negli anni futuri: «In Italia negli ultimi decenni si conferma un costante aumento delle temperature estive», ricorda il documento.

Più informazioni su

X