IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Festa della tosatura, partecipe il Gal Gran Sasso Velino

Torna a Pescina la Festa della Tosatura organizzata dall’Associazione Pescina commercio Aspeco, dall’assessore del Comune di Pescina con delega all’ecologia, Tiziano Iulianella, da diversi allevatori della zona e con la compartecipazione del Gal Gran Sasso Velino.

Domenica 9 giugno alle ore 10.00 presso la località Stazione di Pescina nell’azienda Zootecnica di Tiziano Iulianella ci sarà una dimostrazione dell’antica arte della tosatura, una pratica antichissima che serve a liberare le pecore dal vello di lana cresciuto in inverno al fine di evitare all’animale la sofferenza opprimente della calura estiva.

«L’arte della tosatura è molto attuale – ha dichiarato il presidente del Gal Gran Sasso Velino, Bruno Petrei – e l’attenzione del Gal a questa tradizione è tutt’altro nostalgica. Cerchiamo di concentrare l’attenzione dell’economia reale su tradizioni che, pur sembrando scomparse, rappresentano un trend attuale e concreto per l’economia.

«Il mercato tessile italiano, infatti, – ha spiegato il presidente – sta riscoprendo il valore e la qualità della lana italiana. Molti stilisti si stanno riaffacciando con grande interesse al mercato della lana italiana, dopo aver appurato che i tessuti sintetici o quelli provenienti dall’estero, utilizzati in questi anni in sostituzione della lana italiana, non hanno le stesse qualità ed i medesimi pregi».

Nella mattinata di domenica saranno tosate 500 pecore da tre esperti Maori, d’origine neozelandese, che, utilizzando una tecnica particolare e delle attrezzature molto moderne, riusciranno a tosare un numero impressionante di esemplari in poche ore.

Le pecore merinizzate italiane, che saranno tosate domenica, risultano più pesanti delle altre tipologie di ovini e con un vello molto più consistente e folto. Con ovini più leggeri, come le pecore sarde ad esempio, i tre tosatori Maori riescono a rasare oltre 400 animali al giorno ciascuno.

Ogni pecora tosata costa € 1,60 all’allevatore e frutta circa tre chilogrammi di lana, che viene venduta a 0,70 centesimi al chilogrammo sporca.

Il costo approssimato che sostiene un’azienda per tosare 500 esemplari è di circa € 1.500, calcolando gli operai a sostegno dei tosatori per raccogliere, insaccare e trasportare la lana.

A latere della dimostrazione ci sarà una mostra di attrezzi agricoli d’epoca e una degustazione di piatti tipici.