IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Abruzzo, sistema manifatturiero in difficoltà

Sistema manifatturiero abruzzese ancora in grande difficoltà nei primi tre mesi di quest’anno: per il quinto trimestre consecutivo produzione, fatturato, ordini interni e occupazione fanno registrare decrementi su base annua (rispettivamente -2,1%, -1,6%, -0,7% e -2,7%). Tutto questo mentre anche export e ordini esteri, dopo i dati positivi della fine del 2012, tornano a contrarsi (-0,7% e -2,5%). Lo rileva il Centro regionale di studi e ricerche economico-sociali (Cresa).

Dall’indagine, condotta su un campione di 424 imprese con almeno dieci addetti, emerge che, fatta eccezione per l’occupazione, sono i mezzi di trasporto ad avere il migliore andamento. Conferma il trend positivo dello scorso anno, con ulteriori aumenti, il settore alimentare. Fanno invece osservare gli incrementi più decrescenti la chimico-farmaceutica e il legno e mobili, con il primo che registra le peggiori variazioni su base trimestrale di fatturato ed export.

Sono le grandi imprese a far registrare le migliori performance, pur restando critico l’andamento dell’occupazione, mentre le imprese di piccole dimensioni (10-49 addetti) mostrano grandi difficoltà.

A livello territoriale, Chieti fa registrare variazioni positive (produzione +2,2%, fatturato +3,7%, fatturato estero +4,5% e occupazione -2,7%), mentre Teramo il peggiore andamento congiunturale (-6,1%, -5,9%. -1,7%, -2,7%). L’Aquila, infine, registra il peggior andamento tendenziale (-9%, -10,2%, -12%, -4%) e Pescara, nonostante le diffuse contrazioni, registra i maggiori incrementi di export (-3,6%, -3,7%, +6,1%, -0,9%).

X