IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Agricoltura, Febbo fa il punto

Più informazioni su

«Il futuro dell’Abruzzo e il rilancio della nostra economia passano attraverso la ricchezza dei prodotti della nostra terra. Questi, nonostante la crisi, rappresentano il traino per tutti gli altri settori». E’ quanto dichiara l’assessore alle Politiche agricole, Mauro Febbo, commentando i dati del comparto agricolo e agroindustriale.

«Negli ultimi tre anni – prosegue Febbo – si è assistito ad un trend positivo con il valore complessivo(agricoltura+agroindustria) passato dai 424 milioni del 2010 ai quasi 485 milioni del 2012. Al raggiungimento di questi traguardi ha contribuito in modo determinante il peso delle esportazioni dei nostri prodotti che nonostante le oggettive difficoltà dettate dalla crisi hanno mantenuto valori più che soddisfacenti».

Al primo posto il vino, sempre più richiesto a livello internazionale, con un incremento ulteriore dell’1,5 per cento tra il 2011 e il 2012 ed un valore che ha superato abbondantemente i 107 milioni di euro (alla fine del 2010 si attestava sui 100 milioni di euro), mentre le esportazioni di olio sono cresciute dell’1,3 per cento. «Incrementi che sembrano lievi – spiega meglio Febbo – ma assumono una valenza maggiore se si considera la tendenza positiva e sempre crescente che ha caratterizzato entrambe le voci e soprattutto quelle vino».