IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Cinema, collaborazione tra IlCapoluogo e Klub 99

Più informazioni su

di Roberto Fusco

Inizia la collaborazione tra IlCapoluogo.it e il Klub99. Ok, direte voi, IlCapoluogo lo sappiamo cos’è, quello che non sappiamo è cosa sia questo klub 99. Klub 99 è il primo sito fatto a L’Aquila che tratta di cinema di un certo tipo, che poi è quello che piace a me che ne sono il proprietario/curatore e rispondo al nome di Roberto Fusco Junior.

I miei generi preferiti sono: l’horror al primo posto senza ombra di dubbio e poi la fantascienza.

Questi due generi mi hanno sempre affascinato, il primo inizialmente per la semplice paura che mi faceva provare, la fantascienza per i viaggi che la mia mente faceva in quei momenti.

Più in là con l’età ho iniziato a vedere dietro questi generi anche dei messaggi, una lettura della realtà che da due generi così irreali non ti aspetteresti. Gli zombie di Romero che si aggirano nel supermercato, quelli di Carpenter che escono dalla nebbia sono metafore di ciò che siamo e delle nostre colpe. Ho iniziato allora a capire che, dal punto di vista dei contenuti, non esiste una vera distinzione tra generi di serie a di serie b. Che l’unica distinzione da fare per un film è se lo abbiamo visto oppure no, come diceva, mi sembra, Soderbergh. Era una rivincita personale scoprire questo grazie ai film dell’orrore, che il mio genere preferito, dunque, non è solo esclusivamente narrativo e che bisogna guardare al cinema senza pregiudizi, capendo benissimo (si spera) dell’abisso che c’è tra l’Alien di Ridley Scott (altro film -tra l’horror e la fantascienza- ricco di metafore) e quello di Ciro Ippolito.

klub 99 prende il nome dal locale omonimo (scritto proprio con la k) presente nel primo film di Aldo Lado intitolato [i]La corta notte delle bambole di vetro[/i], un giallo dei prolifici anni ’70 dalle sfumature soprannaturali e con un finale che ti annienta. Mi sembrava il titolo adatto per un sito che parla di cinema a tinte forti fatto a L’Aquila da un aquilano.

Detto questo sappiate dunque che qui nel klub 99, non vorrei sembrare brutale e irrispettoso nei confronti della vostra sensibilità, non sono ammessi i mollaccioni. Si parla di un cinema con i requisiti del sangue e del sesso (meglio se insieme), di horror e di fantascienza, noir e poliziesco, gialli ed erotici, nuovi e vecchi. Attraverso news e recensioni dirò la mia, suggerirò e sconsiglierò. Poi voi fate come vi pare: è un klub esclusivo il mio.

Più informazioni su

X