IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Ciclo mestruale, occhio al 16esimo giorno

Le donne sono più vulnerabili agli eventi stressanti e ai pensieri negativi durante la prima fase luteale, intorno al sedicesimo/ventesimo giorno dall’inizio del ciclo mestruale. Una pericolosa finestra mensile di vulnerabilità che può portare all’insorgenza di spiacevoli e dolorosi effetti collaterali psicologici correlati allo stress, quando non a vere e proprie malattie psichiatriche. Lo dimostra un nuovo studio condotto da un [i]team[/i] di ricercatori della [i]university college of London[/i] pubblicato su [i]Medical Express[/i].

La ricerca è la prima a rivelare un collegamento tra debolezza psicologica e una fase precisa del ciclo biologico femminile.

Durante l’intervallo di vulnerabilità le donne sperimentano circa il triplo dei comuni e normali pensieri negativi ed intrusivi e subiscono un impatto dello stress maggiore rispetto alle altre fasi del periodo mestruale.

I risultati dell’indagine potrebbero avere importanti implicazioni per la salute mentale e i trattamenti per le donne che hanno subito un trauma e per quelle che avvertono picchi mensili di stress, momento in cui soffrono un rischio maggiore di sviluppare sintomi come depressione e disturbo da stress post-traumatico.

X