IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lavoro, i danni dei cattivi boss

di Marija Marcenko

Molti hanno probabilmente visto il film ‘[i]Horrible Bosses[/i]’, in cui i tre amici cospiravano per uccidere i loro capi terribili, rendendosi conto che lasciare il lavoro sarebbe stato troppo rischioso in tempi di crisi economica. Un altro film, prodotto nel 1999, si è concentrato, invece, sugli effetti intensamente negativi che i cattivi [i]boss [/i]hanno sulla produttività dei lavoratori. Scherzi a parte, i boss malvagi e incompetenti possono davvero influenzare la produttività dei propri dipendenti?

Questo argomento è stato studiato dal [i]National Bureau of Economic Research[/i], rivelando che i cattivi boss effettivamente influenzano i propri lavoratori ad essere meno produttivi, mentre i capi buoni possono aiutare a incrementare la produzione dei loro dipendenti. Ora la domanda è, qual è la differenza tra un capo buono e uno cattivo, quali sono le caratteristiche che rappresentano ognuno di loro?

Un [i]manager [/i]è considerato efficiente, se, oltre a essere un buon leader, ha le seguenti caratteristiche: è un buon ascoltatore e comunicatore, è coraggioso, ha un buon senso dell’umorismo, mostra l’empatia, sa prendere delle decisioni, si prende le sue responsabilità e condivide l’autorità.

Mentre il boss orribile, al contrario, è come un muro bianco: egocentrico, con un cattivo carattere, intimidatorio, indeciso, arrogante, sempre pronto a dare la colpa agli altri e restio a cooperare efficacemente con i propri dipendenti, creando un’atmosfera negativa sul luogo di lavoro.

Queste sono le qualità definite dalla maggioranza dei lavoratori, che tendono a dividere i loro boss in due categorie: quelli con i quali si trovano a loro agio e quelli, dai quali preferirebbero fuggire il più presto possibile.

Analizzando la correlazione tra le autorità dei manager e la produttività dei lavoratori, i ricercatori hanno studiato migliaia di record di dipendenti che lavorano in ambiti diversi su un periodo di quattro anni. Dai dati è emerso che i boss efficienti hanno un impatto relativamente leggero sulla [i]performance [/i]dei dipendenti. Chiaramente, spesso i dipendenti si ispirano all’atteggiamento dei vertici e se l’atmosfera sul posto di lavoro è incoraggiante e positiva, l’impiego diventa più piacevole e tutto ciò comporta un aumento della [i]performance [/i]generale.

X