IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Polo scolastico, primo incontro a Roma

Si è tenuto stamani, a Roma, il primo incontro operativo volto a dare seguito e concretezza al Protocollo d’intesa per la realizzazione del nuovo Polo scolastico, culturale e sportivo dell’Aquila, dopo la sottoscrizione del documento da parte dei Ministri dell’Interno, della Giustizia, della Difesa, dell’Istruzione, Università e ricerca, dei Beni culturali e della Coesione territoriale, oltre che dallo stesso Comune dell’Aquila, dalla Regione Abruzzo, dalla Provincia dell’Aquila e dall’Ufficio speciale per la Ricostruzione.

Per il Comune era presente l’assessore alla Ricostruzione e alla Ripianificazione urbanistica Pietro Di Stefano.

documento di intesa richiama, in premessa, l’invito del Comitato dei Ministri europei agli Stati membri dell’Unione a promuovere adeguate politiche in materia di istruzione e di formazione in favore dei giovani.

«L’Amministrazione comunale – ha dichiarato l’assessore Di Stefano – intende realizzare un progetto per la nuova localizzazione delle scuole e dei servizi scolastici della città, oggi ospitati in gran parte in strutture provvisorie realizzate a seguito del sisma. Il nostro progetto prevede la creazione di un polo scolastico, culturale e sportivo che consenta alla cittadinanza, e ai giovani in particolare, di usufruire dei servizi pubblici essenziali, favorendo il recupero della socialità e la piena ripresa socio economica. A questo scopo abbiamo pensato a un programma di riqualificazione urbanistica che comprenda edifici e aree che attualmente ospitano amministrazioni separate dei Ministeri dell’Interno, della Giustizia e della Difesa, come ad esempio l’area dell’ex caserma “Rossi”, una volta che verranno resi disponibili. Siamo ancora nella fase propedeutica e, non appena avremo un progetto più delineato, lo sottoporremo, come prima cosa, all’attenzione della cittadinanza nell’ambito di incontri partecipati. Quello di oggi è stato il primo incontro dopo la firma dell’atto e ha avuto lo scopo di avviare un coordinamento delle competenze istituzionali tra le parti, per tradurre in azioni concrete le esigenze di rilancio del territorio e definire in concreto gli interventi da realizzare. le riunioni successive si terranno all’Aquila. Le risorse finanziarie verranno reperite dall’Inail, ente coinvolto nel progetto, al pari dell’Agenzia del Demanio, a seguito di opportuna quantificazione e ricognizione del fabbisogno economico. Nel corso della riunione di stamani – ha proseguito Di Stefano – è stata ribadita la volontà e la necessità, così come previsto dal documento, di costituire un Comitato attuativo paritetico, composto da un rappresentante di ciascuna delle parti, che agirà in coordinamento con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Comitato dovrà approvare il piano annuale delle attività e, sulla base degli argomenti all’ordine del giorno, potrà invitare a partecipare alle riunioni i rappresentanti delle istituzioni coinvolte, come anche esperti esterni. Da parte mia – ha concluso Di Stefano – ho ribadito la necessità di procedere alla programmazione anche di un Polo universitario, naturalmente coinvolgendo l’Ateneo. Ricostruire e riprogrammare urbanisticamente la città, infatti, significa in primo luogo migliorare e riorganizzare la qualità della vita in favore degli studenti, in ossequio ad una vocazione della nostra città che è, al contempo, opportunità di sviluppo, di crescita e, in definitiva, di rinascita».

X