IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Concorso per premiare il borgo che non consuma territorio

Nel corso della XIII Assemblea Nazionale del Club Anci “I Borghi più Belli d’Italia” (221 Comuni certificati dei quali 21 abruzzesi) tenutosi sabato scorso a Vipiteno (Bz), il presidente del Comitato Scientifico del Club Antonio Centi ha proposto l’indizione di un concorso nazionale per premiare il “borgo” che adotta politiche di “sviluppo senza espansione”.

La proposta è stata votata all’unanimità.

«In Italia – ha detto Centi – c’è bisogno vitale di tentare ogni strada possibile per contrastare la distruzione della bellezza che, in quanto tale, sta accrescendo paurosamente il nostro livello di crisi generale».

«Non si tratta – ha aggiunto – di condizionare il bisogno di sviluppo del Paese, ma di indirizzarlo verso la eliminazione delle brutture, delle fatiscenze, del degrado, senza consumo di altro territorio, intervenendo sull’esistente da rifondare, trasformare, ristrutturare e rendere più sicuro. Sulla base dei dati forniti recentemente da Ecotur, nel 2012 il fatturato turistico e culturale prodottosi complessivamente nei 221 Comuni del “Club” è stato superiore al miliardo di euro».

«Come si vede, la bellezza protetta – ha concluso Centi – è un formidabile fattore di sviluppo economico ed il bando- concorso deciso a Vipiteno, per la prima volta, puntando sulla premialità delle politiche amministrative tese a ridurre l’uso del territorio, vuole contribuire al dispiegarsi di una nuova visione strategica dello sviluppo più direttamente in sintonia con la bellezza di fondo dell’Italia».

Nelle prossime settimane il bando-concorso, con gli obiettivi che si prefigge sarà presentato al nuovo Governo.

X