IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Cercasi disperatamente assessori con la gonna

di Antonella Calcagni

Cercasi disperatamente assessori con la gonna. No perditempo, no part-time. Il sindaco Massimo Cialente è al lavoro con i partiti: Pd e Socialisti per trovare due eredi degli assessori uscenti Marco Fanfani che si è dimesso ieri mattina (nominato presidente della Fondazione Carispaq) e la senatrice Stefania Pezzopane. Ieri l’assessore non aveva ancora proposto le proprie dimissioni che dovrebbero essere presentate in settimana dopo la fiducia del Parlamento al nuovo governo. In Provincia la situazione è ancora fluida.

«Il Pd non può che proporre il nome di una donna per l’esecutivo. Non mi dicano che non hanno una donna capace a disposizione, in tal caso sarebbe davvero un partito allo sbando». Una aspirazione quella del sindaco che non farà certo piacere a Maurizio Capri che sembrava essere il designato alla carica di assessore. Tuttavia la discussione all’interno del partito è tuttora aperta. In settimana i Democrat si confronteranno con il sindaco per la rosa di nomi. Stessa cosa faranno i socialisti dove sembrava ai blocchi di partenza il segretario comunale Giancarlo Vicini. «Chiederò una donna anche ai socialisti». Continua il sindaco che detta tempi e modi ai partiti di maggioranza.

«Non abbiamo ancora un nome – spiega il segretario Stefano Albano – questo assessorato deve servire a dare dei segnali di cambiamento e di metodo. Vogliamo discutere su criteri di metodo. Sul genere potremmo anche avere idee diverse anche se l’assessore lo sceglie il sindaco. In questo momento come Pd vogliamo che a questa persona restino le deleghe di Stefania Pezzopane. Dunque Stop al rimpasto. Noi stiamo per cominciare un nuovo percorso per giungere alla conferenza programmatica, ossia un percorso di incontro con la città». Si tratterà di incontri tematici con le forze sociali e produttive della città. Il punto di arrivo sarà la visione della ricostruzione della città e della nuova L’Aquila da qui a 20 anni.

«Come partito democratico dell’Aquila abbiamo scritto una lettera per chiedere che in questo governo di salute pubblica venga individuata una figura per la ricostruzione. Noi riteniamo che Giovanni Lolli sia il più giusto. Anche se c’è qualcuno che parla di Giovanni Legnini sottosegretario; una operazione che consentirebbe il rientro di Lolli in parlamento».

X