IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nuovi percorsi formativi per i giovani

Più informazioni su

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo è stato pubblicato, in data odierna, l’avviso concernente “Percorsi formativi degli Istituti Tecnici Superiori (ITS)“.

Si tratta di una filiera formativa di livello post-diploma, non universitario, istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25.1.2008, destinata alla formazione di tecnici superiori: figure professionali di eccellenza, fortemente legate alle peculiari vocazioni produttive del territorio e ai potenziali settori di sviluppo e di innovazione.

Ne dà notizia l’assessore al lavoro Paolo Gatti: «La Regione Abruzzo, con le risorse del P.O. FSE Abruzzo 2007/2013 Ob. CRO, ha istituito 4 ITS, uno per ciascuna Provincia, con la finalità di contribuire a promuovere la competitività del sistema produttivo regionale in aree tecnologiche, strategiche per lo sviluppo economico territoriale».

Le aree tecnologiche prescelte sono quelle caratterizzanti gli ambiti territoriali di riferimento: per L’Aquila l’Efficienza energetica; per Chieti il Sistema Meccanica; per Pescara il Sistema moda; per Teramo il Sistema agroalimentare.

I percorsi formativi ITS, di durata biennale, possono essere frequentati da giovani e adulti – anche occupati – in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore, preferibilmente di tipo tecnico o professionale. I corsi si caratterizzano per gli stages aziendali e i tirocini formativi, nonché per la provenienza di parte dei docenti dal mondo del lavoro, con una specifica esperienza professionale maturata nel settore per almeno cinque anni.

Al termine dei percorsi, previo superamento di un esame finale costituito da 3 prove, viene rilasciato, dal MIUR, il diploma di “Tecnico superiore”, valido in ambito nazionale, che costituisce titolo di accesso per i concorsi pubblici.

Gatti: «Il rilievo che la Regione ha accordato a tale progetto è testimoniato dal volume delle risorse finanziarie dedicate: agli attuali 1.600.000 euro previsti dal bando, vanno aggiunti i 902.000 euro della prima fase, per un totale di 2.500.002 euro stanziamento superiore a quello reso disponibile dal MIUR».

Attualmente, in Abruzzo, sono avviati 6 percorsi formativi biennali; altri quattro saranno attivati, con l’avviso pubblicato oggi, entro la fine del 2013.

«Crediamo molto in questo strumento di eccellenza formativa che – commenta infine Gatti – consentirà ai giovani di acquisire competenze tecniche specifiche richieste dal territorio e dalle imprese; si tratta di un modello di formazione moderno e che riteniamo possa essere efficace sul versante dello sbocco occupazionale».

Più informazioni su

X