IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Il Certamen Sallustianum torna a L’Aquila

di Alessia Lombardo

Torna all’Aquila per la prima volta dopo il terremoto del 6 aprile 2009 la Settimana della cultura classica, giunta alla 10^ edizione, che inizierà il 25 aprile e si concluderà il 30.

Organizzata dal Centro Studi Sallustiani, con la collaborazione degli enti locali e dei club parteciperanno al concorso circa 100 alunni, provenienti da tutta Italia e ci sarà la presenza di alcuni studenti stranieri.

Il 29 aprile ci sarà il certamen sallustianum e gli alunni, del 4° e del 5° anno, già selezionati nelle scuole di appartenenza e con la prova di ammissione superata, si cimenteranno in traduzione, interpretazione e, nella sezione ‘C’, nel testo teatrale.

Parteciperanno al concorso, che si svolgerà tra Scoppito L’Aquila e Barete, anche scuole nelle quali non si insegna il latino, come avvenuto nelle ultime 4-5 edizioni.

Nella sezione ‘A’ ci sarà la classica versione con traduzione e commento; la sezione ‘B’ sarà un unicum, aperto a tutti gli studenti dei licei, che prevede la stesura di un saggio breve su opere di Sallustio; nella sezione ‘C’ è prevista l’elaborazione di testi teatrali sulla conoscenza di Sallustio.

Sono previsti premi in denaro, ancora da definire, per ciascuna sezione.

«Quest’anno – ha spiegato il professor Carlo Fonzi del Centro Studi Sallustiani – non mancheranno le tematiche di attualità. Il 26 aprile nel convegno di studio sul tema ‘Il Sapere scientifico’ ci sarà anche l’intervento di Fabrizio Galadini dell’Ingv».

«I ragazzi – ha proseguito – pernotteranno almeno una notte all’Aquila per poter inserire una visita sul territorio».

La dottoressa Maria Fioravanti, socia del Css, ha sottolineato come la conoscenza faccia parte del benessere della persona fisico, psichico e sociale esaltando gli organi di senso. «C’è una sezione sull’alimentazione – ha spiegato – e varie curiosità anche su cosa si indossava».

Intenzionato a coinvolgere i Club aquilani nella pubblicazione dei lavori, il presidente del Panathlon Club dell’Aquila, Fulgo Graziosi. «La cultura – ha detto – è un elemento che può fare da traino per la rinascita della città. L’idea è quella di pubblicare i lavori dei ragazzi, sicuramente di qualità».

Assente giustificata Elda Fainella, vice presidente del Centro studi sallustiani, nel saluto scritto di benvenuto all’evento si interroga sul perché una settimana della cultura classica in un mondo caotico. «L’incontro sapiente tra saperi costituisce la trama del programma – si legge in un passaggio – per chi ama ascoltare la loro voce diventa un invito a fermarsi per concedere spazio alla riflessione, alla poesia all’arte».

Sono intervenuti alla conferenza stampa di presentazione anche il professor Alessandro Cesareo del Cs e Demetrio Moretti, presidente del Rotary Gran Sasso e vice presidente del Panathlon L’Aquila.

X