IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Maltrattamento animali, intervengono guardie zoofile

«Nelle scorse settimane la segreteria di Sezione era stata contattata per un controllo su alcuni cani detenuti in una stalla ed ha organizzato un primo sopralluogo per rendersi conto della situazione: la scena che le Guardie si sono trovate davanti è stata impressionante; 7 cani adulti e 2 cuccioli, chiusi in piccoli “locali” bui, umidi e maleodoranti, con le zampe immerse nella melma». A comunicarlo Lega Nazionale per la difesa del cane Sezione dell’Aquila.

{{*ExtraImg_128678_ArtImgLeft_269x448_}}

«Quando – si legge nella nota dell’associazione – i cani sono stati fatti uscire dalla proprietaria – sopraggiunta sul posto assieme alla figlia – su invito delle Guardie, gli animali sono subito apparsi mal curati, pieni di parassiti e malconci. Uno dei “box” presenti nella struttura improvvisata è apparso come un vero e proprio acquitrino: i cani erano tutti sprovvisti di microchip ed era presente una femmina non sterilizzata (presumibilmente madre dei cuccioli); non appena le Guardie hanno riempito alcuni secchi con acqua fresca e pulita, gli animali sono corsi a bere ed a immergere le zampe lorde nell’acqua.

Le Guardie hanno invitato le due donne a lasciare quanto meno i cani all’esterno della fatiscente “struttura”, in modo che potessero prendere aria e sole e non stare rinchiusi all’umido e al buio».

«Prontamente – comunica l’ente – le Guardie si sono recate nel locale Comando Stazione dei Carabinieri: l’associazione ha poi inviato segnalazione ufficiale alla Asl veterinaria di Avezzano. Ieri è stato effettuato un intervento congiunto alla presenza del Capo Nucleo delle Guardie Zoofile della Lega del Cane dell’Aquila, di un Consigliere dell’associazione, di due veterinari dell’area C del Servizio Veterinario di Avezzano ed di un Consigliere comunale: la situazione non era cambiata ed i veterinari hanno deciso per il trasferimento degli animali presso il canile sanitario “al fine di migliorare l’igiene dei luoghi interessati ed a salvaguardia del benessere dei soggetti ospitati”».

{{*ExtraImg_128679_ArtImgRight_252x448_}}

«Ringraziamo, pertanto, – conclude l’ente – il servizio veterinario della Asl di Avezzano, il sindaco ed il Comune di Civitella Roveto, i Carabinieri e tutte le Autorità intervenute per l’interesse ed il tempestivo intervento. L’associazione – che continuerà a seguire il “caso” – auspica per questi animali una pronta adozione dopo le profilassi, l’identificazione, la sterilizzazione ed i controlli di rito. Il Nucleo provinciale di Guardie Zoofile della Lega del Cane di L’Aquila, attivo dallo scorso gennaio, ha già effettuato più di 20 interventi sul territorio a tutela di animali ed ambiente».

X