IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Sulmona Calcio: dopo 18 anni è serie D

di Alessia Lombardo

Dopo 18 anni il Sulmona Calcio ha brindato alla serie D. Festa grande per i tifosi ovidiani che hanno esultato per la seconda promozione conquistata in tre anni sotto l’egida del patron Maurizio Scelli.

Guidata dal tecnico Antonio Mecomonaco la formazione biancorossa, grazie al successo conquistato domenica scorsa a Ortona, è tornato a riassaporare l’agognata D con due giornate di anticipo.

Ben 71 punti conquistati da capitan Meo e compagni in 32 gare disputate, frutto di 21 successi, 8 pareggi e 3 sconfitte. Con 61 reti all’attivo e sole 22 reti subìte la squadra ovidiana può vantare il miglior attacco e la miglior difesa del girone.

In campo nel corso della stagione con il classico 4-4-2 o con il 4-4-1-1, fino alla partenza di Marcos Bolzan la squadra si è espressa anche con il 4-3-1-2.

A pochi giorni dalla promozione il club biancorosso, accolto al rientro nella città ovidiana da numerosi sulmonesi, preferisce godersi il momento di festa, ma gli interrogativi sul futuro certamente non mancano, come sottolinea il presidente Scelli. «Il futuro è tutto da scrivere – esordisce – mi auguro che arrivi al più presto un forte interessamento soprattutto dalla città, lo pretendo. Bisogna capire che una squadra inserita in un panorama nazionale rappresenta un veicolo di attrazione e di sviluppo per il territorio. Gli imprenditori e altre persone dovrebbero fare la fila per entrare in società».

Consapevole di «aver dato», il presidente biancorosso non esclude di voler fare semplicemente il tifoso. «È importante dare futuro e continuità a questa squadra – spiega – in 3 anni ho messo pezze da tutte le parti. Le sfide mi piacciono, ma anche come tifoso».

Sulle riconferme di tecnico e squadra Scelli non ha dubbi. «Tutti – dice – mi hanno chiesto di restare qui a Sulmona. Questo è un gruppo fantastico messo insieme grazie al direttore generale Giorgio Bresciani. Quando ho preso la società i primi a essere contattati sono stati i giocatori del posto che, salvo Meo, hanno tutti declinato l’invito».

«Credo che questa squadra con qualche ritocco possa essere competitiva nel nuovo campionato – continua – Il mister? Per me squadra che vince non si cambia, non toccherei neanche il magazziniere».

Entusiasta per la promozione in D anche il team manager biancorosso Roberto Pantaleo che non esclude un po’ di turnover nei prossimi 180′. «Sicuramente si darà spazio a chi ha giocato meno – afferma – per il futuro occorreranno più figure che lavoreranno attorno a questa squadra e non solo per l’aspetto societario».

{{*ExtraImg_128109_ArtImgCenter_500x333_}}

LA ROSA 2012-2013

Claudio Aperuta

Francesco Bernardo

Edoardo Bighencomer

Koen Paul Brack

Gaetano Cala’ Campana

Roberto Cau

Ennio Ciccotti

Pasquale Di Mascio

Vittorio Esposito

Fabio Fanelli

Guianmatteo Gasperini

Ibrahima Cisse Gningue

Alessandro Marciano

Alfredo Meo

Marco Proietti

Alberto Reccolani

Vincenzo Rubicondo

Davide Rufo

Gabriele Scandurra

Omar Shipple

Mattia Spigonardi

X