IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Crisi del sistema idrico, centrale il ruolo dei Comuni

«La crisi delle società preposte alla gestione del servizio idrico integrato è una evidenza che oggi nessuno può ignorare. Questa diffusa consapevolezza nasce grazie all’azione sinergica della Giunta regionale e del Commissario unico, Pierluigi Caputi. L’obiettivo comune è il mantenimento del carattere pubblico della gestione del sistema idrico». Così il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, all’indomani dell’audizione dell’assessore Di Paolo e del commissario Caputi in II Commissione del Consiglio regionale.

Il presidente definisce “importante” l’esito della riunione perché «al di là di qualche nota polemica, del tutto normale in un dibattito politico su un tema così importante, è emersa chiara la comune volontà dei rappresentanti di tutti i gruppi politici presenti in Consiglio, di lavorare di concerto con la Giunta regionale, per individuare soluzioni adeguate, alla grave situazione di crisi in cui versa il sistema. Tutti sappiamo che da questa azione discende non solo la salvaguardia delle società in house del sistema idrico integrato, ma lo stesso equilibrio dei bilanci dei soci delle medesime, ovvero i comuni. Occorre un’azione che attraversi tutti gli schieramenti politici tesa alla tutela dei Beni collettivi che non sia condizionata dalle tante spinte localistiche che caratterizzano il nostro Abruzzo».

«La necessità di determinare la consapevolezza delle amministrazioni locali e di trovare convergenze in sede politica mi aveva spinto a richiedere la convocazione di un Consiglio straordinario regionale – conclude il presidente Chiodi – ma se per ottenere questo risultato è necessario un breve rinvio che consenta a tutti di meglio ragionare sui dati, per primo condivisione e plauso per detta iniziativa».

X